Trapattoni compie 80 anni: lo celebra anche la Juve. -VIDEO-

0
172

Il 17 marzo 1939 nasceva nella periferia milanese una leggenda della Juventus e del calcio italiano, Giovanni Trapattoni, che compie oggi 80 anni.

Ottant’anni di passione, di grande calcio, di vittorie. Un vero simbolo della Juve e del calcio italiano.

Ha guidato la Juventus dell’Avvocato Agnelli con  Boniperti presidente, la Juve che dava undici calciatori alla nazionale Italiana. La Juve dei grandissimi: Scirea, Platini, Zof, Tardelli, Boniek, … Quella che ancora oggi si ricorda a memoria:  Zoff, Gentile, Cabrini, …

In bianconero ha vinto  sei scudetti, una Coppa dei Campioni (quella dell’Heysel, un’altra la perse malamente in finale con l’Amburgo ), un’Intercontinentale, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa Europea, due Coppe Italia e due Uefa.

Ma ha vinto anche fuori dai confini italiani: in Germania con il Bayern, in Portogallo col Benfica e in Austria con il Salisburgo. Più di Garibaldi, il Trap  è leroe di più mondi (calcisticamente). È stato un personaggio a tutto tondo in campo internazionale.

La sua storia è fatta anche di frasi entrate nel lessico comune, come l’invettiva contro un giocatore tedesco: “Strunz, Strunz, Strunz”. Finì su tutti i giornali. O l’altra celeberrima: “Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco“.

Una delle frasi storiche del Trap è rimasta quella che pronunciò per rispondere a chi lo riteneva sfacciatamente fortunato: “Ho trovato le sbarre dei passaggi a livello alzate, quando devo passare io” risponde sempre .

Per Giovanni Trapatoni non potevano mancare gli auguri della Vecchia Signora.

Il club bianconero lo ricorda con queste parole condivise sul sito:

“E’ il compleanno di uno dei più grandi tecnici della storia bianconera, e di una vera e propria leggenda del calcio italiano.

In sintesi: una leggenda della panchina bianconera.

Ma Giovanni Trapattoni, che oggi compie 80 anni, è qualcosa che va oltre il suo palmarès, conquistato in 13 stagioni totali sulla panchina bianconera (prima dal 1976 al 1986, e poi dal 1991 al 1994): il Trap è amore per il calcio, è determinazione, passione per il lavoro, grinta.

Il Trap è il Trap. Un maestro di calcio, uno dei più grandi di tutti.

E oggi non possiamo che alzarci in piedi e tributargli una lunga, lunghissima, standing ovation.

Auguri, Mister!”

Juventus Tv gli dedica un video, condiviso sul sito e su Twitter:
Tra i mister più vincenti della storia, una leggenda bianconera, un fischio da amare. In una parola @giovanni_iltrap.
AUGURI, MISTER! #HappyBirthday