spot_img
spot_img
domenica, Maggio 19, 2024

Incubo Inter: abbandonata anche dai tifosi

spot_imgspot_img

Dopo il pareggio di Francoforte, con il rimpianto del rigore sbagliato da Marcelo Brozovic, a San Siro si è giocato il ritorno degli ottavi di finale di Europa League tra l’Inter e l’Eintracht.

Al termine del match, l’Inter perde 0-1 e viene eliminata dall’Europa League.

La squadra è finita nuovamente nel mirino dei tifosi nerazzurriTanta la delusione e la rabbia dei tifosi che non tarda a tracimare sui social.

Alcuni ormai scoraggiati non hanno più neanche voglia di recriminare: Essere interista è, in questi ultimi decenni, una virtù eroica quasi meritevole di un processo di canonizzazione.”; 
I cross di Candreva portano alla depressione“;
Il vero problema dell’Inter è questa frase che ripetono dopo ogni partita: Ormai è andata, pensiamo alla prossima.

Ma il principale bersaglio è Luciano Spalletti, ormai completamente scaricato dai tifosi nerazzurri, ma anche Marotta certo non viene risparmiato.

Da mesi il tecnico di Certaldo è vittima di una campagna denigratoria via social. Il filo conduttore della rabbia dei sostenitori nerazzurri è l’hashtag #Spallettiout.

Il rimpianto di Mourinho e l’abbandono di Spalletti al proprio destino; “Con l’uscita di ieri sera da l’#EuropaLeague, credo che #Mourinho sia sempre più vicino all’#Inter. Il tempo di #Spalletti è OVER… ma da un bel po’;
Siete contenti? Inter eliminata anche perché il caso Icardi non è stato mai risolto, per orgoglio ed egoismo. E l’Inter paga il prezzo. A chi si toglie ora la fascia?”
Perché mi accanisco contro #spalletti ed il suo staff? Perché da gennaio non corriamo più.. Una squadra di cadaveri.”
#InterEintracht: Prestazione non pervenuta. Testa e mentalità che manca. Quando bisogna alzare il livello si perdono. Parte tutto dalla panchina non mi stancherò mai di ripeterlo.” 
Fuori dalla Coppa Italia. Fuori dall’Europa League. Fuori dalla Champions League. Scavalcati dal Milan in campionato. Cos’altro serve per esonerare un allenatore che ha pure spaccato lo spogliatoio???”

Un momento veramente difficile per il club nerazzurro. E domenica c’è il derby…

Ecco il Derby, perchè, come se non bastasse, arriva una comunicazione della curva Nord dell’Inter: “Proviamo sdegno, niente coreografia nel derby“.

La Curva Nord dell’Inter non farà alcuna coreografia nel derby contro il Milan in programma domenica sera. Lo ha annunciato la stessa tifoseria nerazzurra, spiegando che la decisione è legata al divieto di esporre uno striscione in ricordo di Daniele Belardinelli, il tifoso morto durante gli scontri del 26 dicembre scorso. Quindi niente coreografia domenica sera al derby. 

- Advertisement -