Porto-Roma, la moviola: rigore netto su Schick, ma l’arbitro non consulta la VAR

0
226

La Roma perde 3-1 a Oporto e vene eliminata agli ottavi dell Champions League.

Una serata amarissima per i giallorossi e anche per Di Francesco che ora rischia seriamente l’esonero.

Il gol di Daniele De Rossi su calcio di rigore al 37′ aveva illuso dopo il primo vantaggio dei padroni di casa.
Poi purtroppo De Rossi ha dovuto lasciare il campo per infortunio muscolare, un perdita pesantissima per la Roma.
Nella ripresa la rete di Marega e il rigore – assegnato dopo aver consultato la VAR – nei supplementari di Telles hanno regalato la qualificazione al Porto di Sergio Conceição.

Un risultato pesantemente condizionato dalle decisione della squadra arbitrale. Quella del do Dragão è stata infatti una serata poco felice per il direttore di gara che l’ha resa infernale per la Roma.

Determinante il fallo di Marega su Schick nei minuti di recupero del secondo tempo supplementare.

Al minuto 122, sul risultato di 3-1 per i padroni di casa Marega nel tentativo di rincorrere Schick stende l’attaccante giallorosso all’interno dell’area di rigore, in posizione defilata.

Con il piede l’attaccante di casa tocca nettamente l’avversario, ma l’arbitro che decide di far proseguire.

Poco dopo però l’addetto al Var Marciniak segnala l’episodio considerato “Potential Penalty Review“, ferma il suo collega in campo, e dà il via alle valutazioni nella Control Room del Var.

Ma l’arbitro Cakir non è andato a vedere sul monitor il fallo, da rigore, di Marega su Schick.

Perché non è andato a rivedere sul monitor a bordo campo l’intervento di Marega su Schick?

Perché dunque l’arbitro Cakir non ha fatto ricorso all’on field review?

La responsabilità è dell’addetto al Var Marciniak che ha suggerito al direttore di gara turco di non ricorrere alla visualizzazione, considerando l’intervento non meritevole di sanzione. Una situazione che ha ovviamente scatenato le proteste della Roma che pochi minuti prima si era vista fischiare un calcio di rigore contro proprio con il Var.

il Presidente James Pallotta non riesce a trattenersi e dice la sua tramite il Twitter ufficiale della Roma…

Lo scorso anno abbiamo richiesto la VAR in Champions League perché ci avevano rovinato la semifinale e questa sera, nonostante ci fosse la VAR, siamo stati derubati. Schick è stato atterrato in area, la VAR lo ha fatto vedere, e niente è successo. Sono stufo di questa m***a. Mi arrendo!