spot_img
spot_img
giovedì, Marzo 23, 2023

“Juve, non fare follie..”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Riportiamo l’editoriale del sito di matrice juventina “Il Bianconero”.

Un clima surreale sta accompagnando la Juventus verso la partita dell’anno, il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro l’Atletico Madrid. I bianconeri devono rimontare due gol, un’impresa per la quale servono unità d’intenti e compattezza dell’ambiente. E invece…”

Si legge ancora sul sito juventino: “Invece negli ultimi due giorni si sono rincorse voci ai limiti dell’incredibile, che hanno come protagonista Massimiliano Allegri. Prima i rumors su una presunta minaccia di dimissioni da parte del tecnico, poi l’indiscrezione, circolata ieri a Torino, su una pazza idea di un cambio in panchina addirittura a stagione in corso”.

“E anche le dichiarazioni e i silenzi dei protagonisti hanno contribuito ad alimentare questo clima”.

Prosegue ancora l’articolo: “A Napoli, Allegri ha parlato in questi termini del suo futuro: “Fatico a rispondere. Quando il Presidente vorrà ci siederemo e parleremo. Io sono molto contento di essere e di restare alla Juve, ma dobbiamo incontrarci e bisogna essere in due, perché io posso essere contento e lui no, ma anche il contrario”. Sul fronte societario, Paratici ha detto semplicemente: “Allegri? Dopo la Champions vediamo il da farsi”, mentre da parte di Agnelli e Nedved in questi giorni c’è stato un silenzio assoluto”.

“Insomma, il clima di tensione è palese e la fine del ciclo di Allegri alla Juventus sembra ormai conclamata. Una fine naturale e anche logica, ma a fine stagione. Un cambio in corsa, al netto dei rapporti personali fra allenatore e dirigenza, sarebbe assurdo e incomprensibile: Allegri ha il diritto di festeggiare il suo quinto scudetto di fila in bianconero, e ha soprattutto il diritto e il dovere di giocarsi la qualificazione con l’Atletico Madrid”.

“Se si è arrivati a questo punto, sia il club che l’allenatore hanno le loro colpe”.

“La società ha costruito una squadra incompleta, in particolare a centrocampo (e noi ve lo abbiamo detto fin da agosto: Questa Juve non è la più forte di tutte), mentre Allegri ha sicuramente commesso degli errori nella gestione di Ronaldo (e anche questo lo abbiamo scritto in tempi non sospetti, a novembre: Juve, attenta: Ronaldo gioca troppo!)”.

“Ma entrambi, ora, devono avere la forza per chiudere insieme un ciclo straordinario: se c’è una sola speranza di battere l’Atletico, è quella di farlo con unità e coesione, da vera Juve” conclude con queste parole il bellissimo editoriale de “Il Bianconero”.

- Advertisement -