Icardi inflessibile: Ora vuole parlare direttamente con il presidente Zhang

0
323

La telenovela continua.

Nessun chiarimento tra l’attaccante argentino e il club nerazzurro anzi, più i giorni passano e più sembra che la vicenda stia raggiungendo un punto di non ritorno.

I colpi di scena non mancano, in una trattativa che si intuisce complicata e che si sta svolgendo pubblicamente, a causa delle continue esternazioni del calciatore e della sua agente.

Icardi nelle scorse ore ha pubblicato una lettera indirizzata all’Inter sul suo profilo Instagram, a cui la società nerazzurra ha deciso di non dare seguito, per evitare di alimentare ulteriori polemiche. L’inter comunque starebbe pensando di comminare una multa al giocatore, proprio per le dichiarazioni pubblicate da Icardi sui social.

La tensione resta alta tra il calciatore e la dirigenza e a nulla sono valse le parole di Marotta che nelle scorse ore ha dichiarato:

“Sono dinamiche interne e le gestiamo direttamente con l’interessato, lo faremo al più presto e lo abbiamo fatto in questi giorni. Mi pare che non ci sia molto da ricucire, non essendo arrivati a una rottura. Questa non è una rottura, assolutamente. Come ha recepito la società la lettera? Con un nulla di fatto”.

L’incomunicabilità continua, tanto che Icardi, stando a quanto riporta il Corriere dello Sport, avrebbe deciso di parlare direttamente con il presidente Steven Zhang, atteso per la settimana del derby, intenzionato a definire la vicenda direttamente con la proprietà.

Nessun passo indietro e niente scuse quindi ma, anzi, un ulteriore elemento di fastidio per la dirigenza nerazzurra che verrebbe così scavalcata.

Al momento la dirigenza sembra ferma nelle sue posizioni: sono richieste le scuse di Icardi e la sua disponibilità a tornare a disposizione del tecnico Spalletti.

La programmazione di Marotta è chiara e, come aveva promesso, nelle prossime settimane presenterà alla procuratrice di Mauro Icardi, Wanda Nara, la proposta di rinnovo per un importo di 7 milioni a stagione, comprensivi di bonus, fino al 2023.

A quel punto la palla passerà a Icardi e sarà lui a decidere la mossa successiva.