domenica, Novembre 27, 2022

Juventus vicina ad abbattere il record dell’Inter 2006-07

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Interessante dato riportato stamane dal portale Gol.com.

Scrive il sito di informazione sportiva:

“Nell’era dei tre punti, il campionato 2006/2007 immediatamente successivo a Calciopoli è stato senza dubbio il meno equilibrato”.

Leggiamo: “Troppo forte l’Inter di Mancini, Vieira e Ibrahimovic, troppo in difficoltà rispetto al suo strapotere le altre”. Con la Juventus quell’anno in Serie B e costretta a cedere alcuni dei suoi fuoriclasse assoluti proprio all’Inter.

E ancora il sito sportivo ripercorre un po la storia di quegli anni: “L’inizio del dominio interista fu anche il picco più alto, tanto che nell’inverno del 2007 l’Inter si portò a +16 sulla Roma, dopo il pari giallorosso contro l’Ascoli e la vittoria di misura dei nerazzurri sul Livorno”.

Evidenzia poi Gol.com: “Un record (quello dell’Inter ndr), che nessuno è riuscito ad intaccare durante questo decennio, visto e considerando che la Juventus di Conte prima e Allegri poi ha sempre vinto lo Scudetto, ma spesso partendo da dietro e recuperando con squilli di tromba”.

I sedici punti di distacco dell’Inter arrivarono sempre alla 26esima giornata, nonostante la Serie A dovesse recuperare un turno, che vide proprio lo scontro diretto tra Roma e nerazzurri ad aprile: successo giallorosso ininfluente ai fini della trama stagionale, di netta e chiara marca meneghina”.

“La Juventus di Allegri può eguagliare l’Inter il 3 marzo 2019, dodici anni esatti dal successo targato Cruz-Ibrahimovic a Livorno”.

“Rispetto a quel match, però, Madama si trova ad affrontare la seconda in classifica, il Napoli di Ancelotti. Gli azzurri hanno ridotte chances di lottare per lo Scudetto, ma sono intenzionati comunque a mettere i bastoni tra le ruote del carro armato bianconero”.

“Battere il Napoli nel suo infuocato stadio sarebbe un’iniezione di fiducia in vista del ritorno di Champions. Chiudere il campionato e pensare solamente all’Europa senza dubbi su rimonte improbabili ma comunque possibili” conclude l’articolo del sito sportivo Gol.com.

- Advertisement -