Giovanni Galeone: “Allegri a fine stagione lascia la Juve”

0
537

Giovanni Galeone, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli.

L’ex tecnico di Napoli, Pescara ed Udinese, mentore di Allegri ha detto che a fine stagione, vada come vada, il suo pupillo lascia la Juve.

Ma Galeone non dimentica che Allegri deve ancora giocare ‘La Sfida‘ dello Stadium; “Io credo che al ritorno, recuperando alcuni giocatori anche fisicamente può fare un’impresa come quella del Bernabeu”

Ad ogni modo, vada come vada, per Galeone il destino del suo pupillo è comunque segnato:
Al di là di come andrà l’avventura in Champions penso che la sua avventura alla Juve sia finita.

Glielo dico già da qualche anno. Non so, in Italia non ci sono squadre dove possa andare“.

L’anno scorso poteva andare al Chelsea, all’Arsenal, al Manchester United e al Real Madrid: ha rifiutato per provare a vincere la Champions con la Juve quest’anno. Se non la vince, per me, non è un gran fallimento. Non è che perchè prendi Cr7 vincerai di sicuro.

Di una cosa è sicuro Galeone: “Se Allegri vince la Champions League la dedicherà sicuramente a Sacchi. Penso che Allegri ce l’abbia un po’ con Sacchi, io di sicuro sì”.

Ecco Sacchi, verso l’ex allenatore del Milan, Galeone non deve nutrire grande stima, tant’è che lo chiama ‘il grande santone‘.

Galeone: “La Juventus deve credere al passaggio del turno in Champions e deve crederci soprattutto Allegri. In questo modo potrà far ricredere parte della stampa che lo ha massacrato in questi tre giorni ma soprattutto ex colleghi tra cui il grande santone che continua con questa storia dello spartito legato ad una squadra”.

Precisa: “Mi riferisco ad Arrigo Sacchi. Parla sempre di questa “puttanata” dello spartito ma se io ho uno spartito di Rachmaninov e la suona il pianista di piano bar è una cosa, se la suona Pollini è un’altra. Non si può aggredire un allenatore che con la Juve ha vinto 10 titoli.

Infine: “Allegri aveva in mente un’altra partita dal punto di vista tattico ma le assenze di Khedira e Pjanic gli hanno scombussolato i piani. Io credo che al ritorno, recuperando alcuni giocatori anche fisicamente può fare un’impresa come quella del Bernabeu.