L’imperativo di Allegri: “Dobbiamo passare il turno”

0
261

Archiviato lo scomodo 2-0, anche se con molta amarezza, ora gli uomini di Allegri sono tenuti a dare il massimo per rimanere in Europa.

Questo Massimiliano Allegri ha chiesto con forza alla sua squadra, ribadendo con forza che la qualificazione non è perduta, è lì, a portata di mano ma, per ottenerla, occorrerà una prestazione di squadra eccellente.

Un rientro a Torino amaro per la Juventus, e il discorso di Allegri non ha risparmiato rimproveri ai suoi giocatori, per una partita che non è stata giocata al meglio delle loro possibilità.

Abbattersi per la sconfitta aiuta a ben poco, anzi, l’imperativo è quello di ripartire con la convinzione che rimanere in Europa è possibile, si può fare.

Poche parole di lamento, quindi, e pochi pensieri su come sarebbe potuta andare. È il momento di lavorare a testa bassa e scendere in campo il 12 marzo con rabbia, orgoglio, voglia di rivalsa, che possano portare a ribaltare un risultato che ha lasciato insoddisfatti tutti.

Meno di tre settimane al 12 marzo, un tempo sufficiente per recuperare la fiducia e per preparare la strategia con la quale affrontare l’Atletico Madrid con nuova rabbia e determinazione.