spot_img
spot_img
domenica, Dicembre 4, 2022

Marotta dimentica la Juve: “Godin? un piacere vederlo segnare”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Beppe Marotta è intervenuto poco prima dell’inizio della sfida contro il Rapid Vienna a San Siro

Subito, l’ex dirigente bianconero ha commentato il futuro di Lautaro Martinez:

“Lautaro il futuro dell’Inter? Certamente sì, è un giovane molto interessante. Deve acquisire la giusta mentalità ed esperienza così da diventare autorevolmente un titolare di questa squadra”.

L’ad nerazzurro, secondo quanto riporta Tuttosport, commenta anche il gol del 2-0 firmato da Godin ieri contro la Juventus e annuncia: “Siamo molto avanti nella trattativa ed è un piacere vederlo segnare. Sono molto ottimista. Quanto prima possiamo arrivare ad una comunicazione ufficiale”.

Il dirigente nerazzurro prosegue commentando la questione Icardi:

“Quando mi aspetto il ritorno di Icardi? Lo aspettiamo, non ho nulla da aggiungere a quanto già detto. Siamo fiduciosi in un suo ritorno quanto prima quando si riprenderà da questo fastidio al ginocchio”.

Marotta poi precisa: “Abbiamo comunicato il cambio di fascia anche alla squadra, ma non credo che si debba arrivare a questa considerazione per avere prestazioni positive della squadra. C’è un atteggiamento di piena apertura, ribadisco che non è un provvedimento disciplinare. Speriamo di riaverlo presto”.

Intanto, la coppia argentina, come già successo in occasione del match interno contro la Sampdoria, ha fatto la sua comparsa allo stadio per la sfida di Europa League contro il Rapid Vienna.

L’attaccante, non convocato per infortunio, ha eseguito dei controlli medici che non hanno evidenziato nessun nuovo problema fisico rispetto a inizio stagione.

Per la cronaca, l’Inter è agli ottavi di Europa League. Dopo la vittoria 1-0 a Vienna, i nerazzurri hanno sconfitto 4-0 il Rapid a San Siro grazie ai gol di Vecino, Ranocchia, Perisic e Politano.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cedric, Ranocchia, Skriniar (77′ Miranda), Asamoah; Vecino, Brozovic (61′ Borja Valero); Candreva, Nainggolan, Perisic; Lautaro Martinez (66′ Politano). Allenatore: Spalletti

Rapid Vienna (4-2-3-1): Strebinger; Potzmann, Sonnleitner, Hofmann, Bolingoli (75′ Schobesberger); Ljubicic, Grahovac; Murg, Knasmullner (64′ Schwab), Ivan (64′ Muldur); Pavlovic. Allenatore: Kuhbauer

- Advertisement -