Raggi: “Domani Consiglio straordinario su Stadio”. Montuori, l’Assessore: “Prima pietra sarà posata nel 2019”

0
590

Prosegue oramai spedito l’iter per la costruzione dello stadio della Roma.

Virginia Raggi, sindaca di Roma, ha parlato con i giornalisti al termine della conferenza stampa di presentazione della Maratona di Roma promossa da Acea.

Dopo che in mattinata aveva già parlato dello stadio l’assessore allo sport Frongia, queste sono state le parole della prima cittadina sullo Stadio della Roma:

“Prima di tutto vi dico che domani ci sarà il consiglio straordinario sullo stadio”. Stesse parole confermate dalla sindaca Raggi, anche a Radio Radio, che non si fa certo intimidire dalle affermazioni dell’ex assessore Berdini che minaccia di andare in Procura per lo stadio.

Ecco la risposta della Raggi che mette a tacere Berdini: “È bizzarro, – dice la sindaca – perché è stato proprio lui ad aprire questa procedura chiedendo la convocazione della Conferenza dei Servizi”.

Sulla questione stadio è poi intervenuto in lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport anche Luca Montuori, assessore all’urbanistica di Roma Capitale.

Ecco i passaggi più interessanti dell’intervista.

Passiamo allo stadio della Roma. Innanzitutto la tempistica: è d’accordo sull’ipotesi di cominciare entro l’anno come ha detto la sindaca? viene chiesto a Montuori:

“Sì, anche io mi sono espresso in questo senso. Ci sono le potenzialità per cominciare entro l’anno, anche se è un percorso che vede tanti attori intorno a un tavolo, se tutto va bene siamo convinti che si possa partire entro il 2019. Abbiamo lavorato bene sulle controdeduzioni, per la convenzione c’è anche l’intervento della Regione, della città metropolitana. E poi ci sono i proponenti”.

“E’ un piano complesso e come tale le strutture amministrative lo devono supportare, per sciogliere prima le problematiche, se prevediamo di arrivare in aula prima dell’estate. I proponenti per le opere pubbliche devono fare le gare, ci sono i tempi da rispettare. Molto spesso si addossano al Comune responsabilità che non sono nostre”.

Poi in merito alla rigenerazione urbana delle strutture esistenti, Montuori sottolinea:

Il lavoro lo sta facendo soprattutto l’assessore delle politiche sportive, Frongia. Gli impianti di proprietà comunale sono 160, abbiamo attivato il centro paralimpico al Tre Fontane”.