Juventus , Sacchi: “È l’anno buono per vincere la Champions”

0
252

Arrigo Sacchi, sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, analizza il match di questa sera Atletico Madrid – Juventus.

Club e allenatore e squadra, ha tutto per vincere. «È l’anno buono ma per vincere serve un gioco offensivo. Atletico è nel momento nero dell’era Simeone. Allegri è un tecnico raffinato. La Juventus rincorre da tempo questa coppa, potrebbe essere l’anno buono, non le manca nulla per riuscirci. Il club è per competenza, organizzazione, leadership e fatturato tra i migliori del mondo. Allegri si sta dimostrando uno degli allenatori più bravi e con capacità gestionali elevate»

La Juve si è sempre rafforzata. «La squadra era già grande e tutti gli anni si è rafforzata pur cambiando e sostituendo giocatori importanti che apparivano insostituibili, come: Higuain, Pogba, Tevez, Pirlo, Vidal, Bonucci (poi rientrato), Buffon e altri. Ora è arrivato il fuoriclasse Ronaldo, un grande colpo per migliorarsi attraverso un eccezionale talento con una straordinaria professionalità. È necessario essere almeno all’80% della condizione, altrimenti si perde».

Atletico Madrid in un momento difficile. “L’Atletico con l’avvento importante di Simeone (un tecnico che dà la vita al calcio) è sempre stato un avversario difficile e spigoloso, ora forse sta vivendo il peggior momento della gestione del tecnico argentino“.

Comunque non sarà un incontro semplice. “In ogni caso l’incontro non sarà semplice per la Juventus anche se oggi appare meno dura di due o tre mesi fa”.

La Juve deve aggredire. “Gli esperti e forti giocatori juventini non cadranno nelle provocazioni, non temeranno il calore del tifo colchonero, forse sapranno sfruttare l’appannamento di forma dei Rojiblancos aggredendoli onde demoralizzarli ulteriormente”.
“Essere passivi, lasciargli il dominio del gioco, subire il pressing dei propri avversari, potrebbe rianimarli e fargli ritrovare le certezze che oggi non posseggono o hanno smarrito.

Allegri un tecnico di alto livello che sa cosa fare. “Allegri è un allenatore d’alto livello con le idee chiare, un tattico raffinato che sa perfettamente cosa fare, pertanto saprà gestire, come ha fatto sempre, nel migliore dei modi la sua squadra“.