Atletico Madrid-Juventus, sopralluogo del Wanda: c’è anche Del Piero con i bianconeri

0
272

La Juventus è arrivata a Madrid e ha fatto il consueto sopralluogo dello stadio.

A sorpresa assieme ai bianconeri, come ha testimoniato Sky Sport,  ha passeggiato nel campo anche l’ex capitano Alessandro Del Piero.

Del Piero è anche commentatore per Sky Sport delle partite di Champions. Ai microfoni di Sky l’ex bianconero ha parlato della sfida della sua ex squadra contro i colchoneros di Simeone.

Mi attendo uno stadio caldissimo. Dybala credo giochi, le sue caratteristiche possono essere importanti. CR7 vorrà segnare assolutamente.

Ricordiamo che nel 1996, quando la Juventus vinse  l’ultima Champions  League a Roma, Alex Del Piero era presente con la numero 10.

Sorrisi, baci, abbracci (soprattutto con Chiellini, Bonucci e Nedved) e – ha raccontato Sky – magari anche qualche consiglio ai calciatori della Juventus, nel corso del consueto walk around della vigilia. “Queste situazioni – ha detto Del Piero – servono un po’ per prendere le misure e respirare un po’ d’aria dopo il viaggio”.

“Per testare il campo servirebbe fare un po’ d’allenamento, in genere la rifinitura si fa sempre dove si gioca ma ormai questi tappeti sono quasi tutti uguali. Il Wanda Metropolitano? In genere in questi stadi nuovi si respira di più, ma mi attendo uno stadio molto caldo per l’occasione“.

La numero 10 oggi la indossa Paulo Dybala: “Penso giochi – ha proseguito Alex –, per il semplice fatto che Allegri già venerdì dopo il Frosinone disse che la Juve deve fare gol”.

Per come si schiera l’Atletico, i bianconeri dovranno avere il pallino del gioco. Con questi spazi stretti, Dybala sarebbe un’arma incredibile. Poi vive un momento sicuramente ottimo, è tornato al gol ma stava giocando anche bene”.

Allegri era già contento delle sue prestazioni, quindi arriva in un ottimo stato di forma a questa partita. La Juve ha avuto anche cinque giorni per recuperare, che sono tanti”.

Per Cristiano Ronaldo, invece, è la prima volta a Madrid da ex calciatore del Real: “Conosce lo stadio e la città. Non ha mai segnato al Wanda Metropolitano? Tra gli stimoli che un calciatore si trova potrebbe esserci anche questo. Ma uno come lui vuole segnare in ogni stadio. L’Atletico non è quello degli altri anni, ma in queste partite torna a essere quello di sempre

(Fonte: Sky Sport)