martedì, Giugno 25, 2024

Khedira, ansia Juve per problema al cuore

Khedira out.

Questo il verdetto che recita il comunicato stampa diramato dalla società bianconera.

Già in conferenza stampa Massimiliano Allegri aveva anticipato l’assenza del tedesco con queste parole: “Innanzitutto Khedira non è convocato perché è rimasto a Torino per accertamenti e seguirà un comunicato e domani gioca Dybala”.
Ora c’è apprensione per le condizioni del centrocampista tedesco. Ecco il comunicato della Juventus:

Al termine dell’allenamento di rifinitura sostenuto questa mattina al JTC, Massimiliano Allegri ha diramato l’elenco dei convocati per la gara contro l’Atletico Madrid, in programma mercoledì alle 21:00 al Wanda Metropolitano e valida per l’andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League”.

“Nella lista non figurano Douglas Costa, che prosegue nel suo programma di recupero, e Sam​i Khedira che è rimasto a Torino per degli accertamenti medici, dai quali è emersa l’opportunità di effettuare uno studio elettrofisiologico e eventuale trattamento di un’aritmia atriale comparsa nella giornata odierna”.

Il tedesco era presente all’inizio dell’allenamento e durante i 15 minuti aperti ai media: ora rischia l’operazione per trattare il problema.

Si dovrebbe trattare di un’operazione per ablazione, la stessa che fu fatta per Lichtsteiner, il quale restò fuori 38 giorni ricorda il sito calciomercato.com.​

Ancora il sito calciomercato.com precisa che “solitamente, il trattamento per la fibrillazione atriale è prevalentemente farmacologico; tuttavia in casi selezionati in cui l’aritmia è recidivante o cronicamente presente e spesso associata ad una patologia valvolare si può trattare anche chirurgicamente attraverso l’intervento di isolamento delle vene polmonari”

Si legge ancora sul sito sportivo che “questo tipo di procedura prevede l’isolamento chirurgico o mediante radiofrequenza delle vene polmonari dall’atrio sinistro con lo scopo di ridurre i cosidetti “hot spots” presenti all’origine delle vene polmonari e da cui si ritiene cominci l’aritmia”.​

La fibrillazione atriale è la forma più diffusa di aritmia cardiaca, dopo le extrasistoli. Viene innescata da impulsi elettrici generati da specifiche cellule muscolari che si trovano tra le quattro vene polmonari e l’atrio sinistro. Colpisce l’1-2% della popolazione nei paesi occidentali e la sua frequenza aumenta con l’età: interessa infatti circa il 5% delle persone fino ai 65 anni e quasi il 18% delle persone sopra questa età. Gli uomini sono generalmente più colpiti delle donne.

spot_imgspot_img