Roma, la sindaca Raggi: “Finanziamenti per 1 miliardo di euro”

0
556

Lo stadio della Roma si farà.

Nuova conferma della sindaca Virginia Raggi. A riportare i dettagli il quotidiano diretto da Maurizio Belpietro, “La Verità”.

Nella colonne del quotidiano, vengono riprese le dichiarazioni della sindaca di Roma, la quale ribadisce la linea dell’amministrazione capitolina sul progetto del nuovo impianto di proprietà del club giallorosso.

Questa settimana, ci sarà il Consiglio straordinario che verterà proprio su Tor di Valle. E la prima cittadina ha commentato poche ore fa la situazione del progetto-stadio:

Ribadisce la sindaca: “Sì, alla fine lo stadio si farà. Abbiamo trovato il provvedimento già approvato, e nell’interesse pubblico lo abbiamo inquadrato in standard ambientaIi elevatissimi”.

E questa struttura, le viene chiesto, quanto verrà a costare?

Virgina Raggi sostiene: “Ci accingiamo a investire un miliardo di finanziamenti privati nei prossimi tre anni. Questo a ulteriore dimostrazione del fatto che non siamo contrari a prescindere alle infrastrutture”.

A proposito della relazione chiesta dal Comune di Roma al Politecnico di Torino la sindaca pone in luce come il Politecnico appunto abbia confermato la linea dell’amministrazione capitolina e sul famoso termine “catastrofico” ha precisato:

“Catastrofica in realtà è l’attuale situazione. Alla fine gli esperti di Torino non hanno fatto che confermare la nostra linea. L’area individuata per lo stadio è quella giusta: poi è chiaro che dev’essere una struttura adeguatamente servita non soltanto da arterie automobilistiche”.

E ancora dice la sindaca, “ci sono già due linee ferroviarie che saranno comunque potenziate. Abbiamo firmato un protocollo con Ferrovie dello Stato per un rinnovamento generale delle linee su ferro” conclude Virginia Raggi.

Già qualche giorno fa l’ingegner Dalla Chiara, responsabile del Politecnico di Torino, durante la conferenza stampa che decretava il parere positivo dello stesso Politecnico, aveva avuto modo di spiegare che: “Il problema traffico c’è, ma esistono soluzioni. Le stazioni Tor di Valle e Magliana devono essere potenziate in tempi contenuti. Un nuovo ponte? Non è previsto dal progetto”.