Mario Sconcerti: “Juve migliore squadra d’Europa, ma l’Atletico è il peggior avversario possibile”

0
242

Mario Sconcerti, prima firma del giornalismo  sportivo, sulle pagine del Corriere della sera presenta la sfida tra Atletico Madrid e Juventus di mercoledì.

Il giornalista analizza la partita ma non fa un pronostico anche se ritiene  che”la Juve sia la squadra migliore oggi in Europa”.

Ma se la Juventus è la migliore oggi in Europa però va scontrarsi con l’Atletico che per Sconcerti è ” forse il peggior avversario possibile”.

Il giornalista dopo la sconfitta in coppa Italia rimproverava alla Juve di non essere intervenuta sul mercato per arginare le le assenze dei “fuoriclasse difensivi Bonucci e soprattutto Chiellini”: “La Juve ha preso tre gol, un dato straordinario. Benatia era un giocatore importante poi si sono infortunati Bonucci e Chiellini. Forse sul mercato qualcosa in più andava fatto“.

Ma per fortuna della Juventus i due fuoriclasse sono tornati in tempo per la sfida con l’Atletico.

Scrive il Giornalista nella rubrica che tiene sul Corriere della Sera:

“(…) Sta arrivando intanto il primo vero momento delicato nella stagione della Juventus, la partita di Champions con l’Atletico Madrid.

Il peso della partita sta nella sua importanza – scrive l’editorialista sportivo del corriere –, chi perde esce. La Juve è migliore dell’Atletico, ma in due partite non è automatico dimostrarlo, in trentotto sì.

La Juve ha Cristiano Ronaldo, ma nell’Atletico gioca uno dei pochissimi fuoriclasse rimasti, Griezmann, ed è allenato da un tecnico che tiene il campo con la stessa arroganza intelligente di Allegri.

“Il calcio spagnolo sta cambiando generazione, ha più ricordi che promesse, ma gioca bene perché continua a trovare nel calcio il senso del divertimento”.

“I suoi ragazzi si abituano alle geometrie dei piccoli spazi, quindi dei passaggi obbligati fin da piccoli, il calcio a cinque è ormai da loro una vera cultura popolare”.

“Io credo che la Juve sia la squadra migliore oggi in Europa, la più completa e la meglio costruita, dove i fuoriclasse in attacco (Ronaldo) si accoppiano a quelli di centrocampo (Pjanic, Khedira) e ai centrali difensivi (Bonucci e soprattutto Chiellini)”.

“Ma proprio perché deve vincere, a livello di ottavi, l’Atletico è forse il peggior avversario possibile. È secondo in classifica, subisce pochi gol (17), picchia e corre molto (…)“.

(Fonte: Corriere della Sera)