spot_img
spot_img
mercoledì, Dicembre 7, 2022

Moggi: “Calciopoli? sta per partire una raccolta di firme”. Sul mercato Juve regina

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Luciano Moggi non ci sta.

Durante un forum organizzato da Juventusnews24, Moggi torna a parlare di calciopoli e delle ultime vicende che hanno visto Andrea Agnelli rendersi protagonista del ricorso per la riassegnazione dello scudetto 2006 alla Juventus, Luciano Moggi tuona:

“So che sta per partire una raccolta di firme per togliere lo scudetto all’Inter, di calciopoli bisogna tornare a parlare. Ci sono le sentenze e vanno rispettate, l’ultima sentenza dimostra che non è vero”.

La questione è sempre molto attuale anche alla luce della notizia che è stata ufficializzata ieri secondo la quale il Collegio di Garanzia, terzo grado della giustizia sportiva, esaminerà l’11 marzo il ricorso della Juventus contro Federcalcio, Inter e Coni in merito alla revoca dell’assegnazione dello scudetto 2005-06, con relativo titolo consegnato all’ Inter, decretata dopo lo scoppio di calciopoli dal commissario Figc Rossi.

Nel corso del forum organizzato appunto da Juventusnews24, Moggi coglie l’occasione di spiegare i motivi per i quali secondo lui la Juventus non solo non è in crisi, ma sarà anche la regina dei prossimi anni in campo e nel mercato.

Ecco uno stralcio delle sue più importanti dichiarazioni:
“Parlano di Juve in crisi ma se hai 11 punti sulla seconda e 20 sulla terza che succede se esce dalla crisi?”.

L’ex dg della Juve, risponde ai tifosi che gli chiedono un parere sull’ultimo colpo di mercato bianconero.
Big Luciano racconta a tal proposito un aneddoto: “Nel 2008 ho ricevuto una telefonata da Ferguson che alla Gazzetta aveva fatto un’intervista sul calcio italiano dicendo che stava seguendo la Juve di Moggi, perchè quando chiude il mercato la Juve gli altri lo aprono”, dice.

Prosegue Moggi “Gli dissero che era meglio non parlare di Moggi per Calciopoli e lui disse: che m’importa di Calciopoli, io parlo di calcio e Moggi è il migliore. Comunque è l’esatta dimostrazione di come ha sempre lavorato la Juve, che pensa già al futuro. Ramsey è un ottimo campione e in estate non ci sarà bisogno di fare trattative. Penso che verrà anche DeLigt.

Luciano Moggi ha proposito di Salah sostiene: “Fare questi discorsi in anticipo è antipatico: qui il giocatore inamovibile della Juve si chiama Mandzukic, che fa comodo a Ronaldo e a Dybala: fa il difensore, aiuta i centrocampisti e segna. Salah sarebbe un ripiego”.

A proposito di Dybala, l’ex direttore generale bianconero ammonisce: “Non puoi disfartene perché ha un futuro importante, sta segnando meno perché la squadra si appoggia su Ronaldo, per ora va bene ma guardando al futuro dopo Cr7 c’è Dybala che oggi magari potrebbe sostituire Bernardeschi”.

Moggi non dimentica di elogiare Paratici, sostenendo che l’attuale manager juventino è “uno che indovina tutti i giocatori che ha indovinato lui era bravo prima ed è bravo ora”.

- Advertisement -