È ufficiale: Hamsik è in Cina

0
200

Dopo una trattativa in cui non sono mancati colpi di scena, arriva la notizia ufficiale dell’avvenuto trasferimento di Marek Hamsik al club cinese, Dalian.

A dare la comunicazione ufficiale è stato l’avvocato Mattia Grassani, legale del Napoli, ieri sera a Radio Kiss Kiss:

“Hamsik è un giocatore del Dalian dalle 20.30 di questa sera”.

Dopo 12 anni quindi, termina l’intensa esperienza professionale e personale di Marek Hamsik al Napoli.

Il giocatore slovacco si trasferisce quindi in Cina, dove guadagnerà 9 milioni di euro netti all’anno, per tre anni.

L’accordo raggiunto tra i club, invece, prevede un immediato primo pagamento di 5 milioni di euro, e i restanti 15 milioni il prossimo anno.

Hamsik al momento si trova a Banska Bystrica, suo paese natale, e si trasferirà in Cina venerdì.

L’assenso di De Laurentiis è arrivato a seguito del parere positivo dell’istituto di credito italiano di riferimento, dopo la verifica delle lettere di garanzia rilasciate dalla banca cinese incaricata.

Aveva fatto clamore nei giorni scorsi la notizia della rottura delle trattative per il trasferimento del giocatore, a causa di accordi economici non rispettati.

La società aveva inizialmente comunicato il dietrofront, con un tweet:

“Il calcio Napoli ha deciso di soprassedere alla cessione di Marek Hamsik ai cinesi poiché le modalità di pagamento della cifra pattuita non collimano con gli accordi precedentemente raggiunti”.

Situazione totalmente imprevista per il giocatore, per cui erano già state fissate anche le visite mediche, e che non aveva accolto bene gli sviluppi negativi dell’accordo.

Oltremodo contrariato per il brusco stop della trattativa, anche perché aveva organizzato tutto, e si apprestava ad avviare la sua nuova avventura che gli avrebbe garantito uno stipendio di 9 milioni di euro all’anno per le prossime tre stagioni. Una cifra incredibile, che l’aveva spinto a chiudere con Napoli, città e ambiente.

Accordi confermati quindi, trasferimento ufficializzato, Hamsik inizia così la sua nuova vita in Cina.