spot_img
spot_img
domenica, Dicembre 4, 2022

Juve, in giornata l’emissione del bond da 150ML

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Nel giro di poche ore due notizie dall’universo Juventus.

La prima, quella che certamente interessa di più i tifosi, è l’arrivo in estate di Ramsey con un ingaggio da 7 milioni di euro. Ramsey sarà il secondo giocatore più pagato dopo Cristiano Ronaldo.

Oramai il monte ingaggi della Juventus è a ridosso dei club più blasonati d’Europa.

La seconda notizia, di prospettiva, ma assai più importante della prima, anche se meno stimata, al momento, dai tifosi, è quella di carattere economico-finanziario.

Potrebbe essere emesso già oggi, secondo quanto riportato da MF, il bond della Juventus. 

Ecco il comunicato diramato dal Club bianconero:

“Juventus Football Club S.p.A. comunica che il Consiglio di Amministrazione ha deliberato la possibilità di emettere in una o più tranche, entro il 30 giugno 2019, un prestito obbligazionario non convertibile per un importo nominale complessivo compreso tra € 100 milioni e € 200 milioni, con collocamento riservato a investitori qualificati” si legge nella nota.

La Juventus – come pure riporta la Gazzetta dello Sport – ha annunciato l’emissione di un bond tra 100 e 200 milioni, entro il 30 giugno, riservato a investitori qualificati, come fondi d’investimento. È stato il consiglio d’amministrazione presieduto da Andrea Agnelli a deliberare la possibilità di varare, in una o più tranche, un prestito obbligazionario non convertibile, allo scopo “di dotare la società di risorse finanziarie per la propria attività ottimizzando la struttura e la scadenza del debito” si legge nel comunicato ufficiale della Juventus.

Le fonti rilanciate dalle agenzie di stampa parlano di durata del bond quinquennale con relativa quotazione in Lussemburgo.

Interpellato da Calciomercato.com – Vincenzo Longo, market strategist di IG – sottolinea che l’ammontare dovrebbe essere di circa 150 milioni di euro : “Credo che il bond possa essere accolto bene. I colpi di mercato, calcistico con l’acquisto Cristiano Ronaldo e finanziario con la promozione nel FTSEMIB, rappresentano di sicuro una buona garanzia per la riuscita dell’operazione”.

“Il business del calcio rimane solido, soprattutto per una società come la Juventus che può contare su uno stadio di proprietà e calciatori di valore”, dice Longo.

Calciomercato.com ha contattato l’analista finanziario Massimo Intropido, che ha commentato così l’operazione:  questa operazione – dice l’analista –  “più che dimostrazione di crescita è una dimostrazione di appeal e di forza reputazionale. Juventus va vista come una vera e propria multinazionale, non solo come una società puramente legata al calcio. Con questa operazione evidenzia ulteriormente la visibilità della sua dimensione aziendale”, ha detto l’analista ai microfoni di calciomercato.com.

Insomma la Juventus fa provvista per il futuro, da girare verosimilmente per  il prossimo mercato. Nelle ultime ore l’edizione araba di Sky ha addirittura ipotizzato un possibile arrivo di Mohamed Salah a Torino, dove pare ci sia il consenso anche di  CR7.

- Advertisement -