spot_img
spot_img
giovedì, Dicembre 8, 2022

Inter, patto fra Marotta e Spalletti per arginare Wanda Nara

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Una stretta di mano tra Marotta e Spalletti per mettere fine alle querelle snervanti con Wanda Icardi che stanno trascinando tutta la squadra in un vorticoso malessere.

Gli obiettivi da centrare in questo finale di stagione sono terzo posto ed Europa League, per far questo è fondamentale che il tutto il club  si ricompatti.

Secondo ‘La Gazzetta dello Sport‘  è proprio nell’ottica di ricompattare l’ambiente che va letto l’incontro di ieri tra Marotta e Spalletti dopo le dichiarazioni polemiche pronunciate dal tecnico sul rinnovo di Icardi.

Sempre secondo ‘La Gazzetta dello Sport‘ il primo obiettivo che si sono dati Marotta e Spalletti è quello di arginare il protagonismo di Wanda Icardi.

Anche lo spogliatoio dell’Inter non avrebbe preso bene le ultime dichiarazioni che la moglie-agente di Icardi ha rilasciate alla trasmissione ‘Tiki Taka‘ della quale è ospite fissa; praticamente ogni domenica da questa trasmissione pontifica sul rinnovo e non solo.

Infatti, Wanda Nara, durante la trasmissione ha in tirato in ballo anche la squadra: “Si sono dette tante cavolate, tipo quella della multa inesistente. Vorrei che Mauro fosse più tutelato dalla squadra, perché a volte escono delle cattiverie da dentro.

Durante la stessa trasmissione oltre alla squadra aveva tirato in ballo Spalletti:Magari Spalletti poteva mettere prima Martinez. Approfitti del fatto che Mauro e Lautaro sono amici e che tra loro non c’è rivalità”.

Insomma le parole della moglie-agente Wanda Nara continuano ad alzare il livello di guardia. ce una sola strada: per tutelare l’Inter, Marotta e Spalletti sanno di dover fare i conti anche con il ciclone Wanda, che va arginato in fretta.

È la linea che in tanti, commentatori e tiffosi suggeriscono da un po’ di tempo alla dirigenza nerazzurra.

Uno per tutti, Paolo Bonolis, noto tifoso interista, pochi giorno fa a proposito della crisi che sta coinvolgendo la squadra nerazzurra,  dichiarava: “I problemi sono arrivati ad un certo punto, si doveva risolvere a gennaio. Forse si potevano risolvere i problemi vendendo Wanda Nara, ha creato molti problemi nell’ambiente“.

Insieme – scrive la Gazzetta dell Sport – a Marotta e Spalletti ieri c’erano il d.s. Piero Ausilio e il cfoo Giovanni Gardini, che prima avevano assistito all’allenamento della squadra: insomma, l’area sportiva al completo per dare un definitivo calcio alla crisi (quella dei risultati era già stata interrotta a Parma), per mettere fine alle polemiche ed evitare il fuoco amico nel prossimo futuro. Da qui a giugno niente più distrazioni o incomprensioni e fronte comune verso gli obiettivi societari, poi si tireranno le somme. Solo attraverso i risultati Luciano potrà tenersi ancora l’Inter. Al rinnovo di Icardi, invece, penserà il club”.

- Advertisement -