domenica, Novembre 27, 2022

Inter, Spalletti: “E’ in ballo la carriera”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Conferenza stampa di Spalletti. Il clima che si registra è teso.

L’Inter non può sbagliare e lo sa bene Luciano Spalletti.

Dopo il tracollo di inizio 2019, i nerazzurri affrontano sabato il Parma con la speranza di riprendere la corsa per mantenere salda la posizione utile per guadagnarsi la Champions League.

Al Tardini contro il Parma, i nerazzurri non possono permettersi ulteriori passi falsi. Ecco le parole di Spalletti in conferenza stampa.

La squadra lavora sempre alla stessa maniera, nel senso che ci sono cose che vanno ripetute e fatte sempre ed altre modificate e migliorate” , ha esordito il tecnico.

Spalletti si fa serio e avverte: “L’atteggiamento è quello del calciatore che vuole rimettere a posto delle cose, perché in ballo ci sono le sorti anche della nostra carriera. Di conseguenza si mette a posto solo andando a lavorare in maniera molto più seria e forte”.

Prosegue ancora Luciano Spalletti: “E’ lecito mettere in discussione tutto. Poi però si rischia di fare ulteriore confusione, e ci sono cose che vanno difese. Bisogna riuscire a far capire ai calciatori che non è tutto da buttare”.

“Quando non si fanno i risultati i discorsi vanno a zero, perché è quello ciò che conta: riuscire ad andare in campo e fare una prestazione che serva per ripartire. Però ci sono cose che dobbiamo continuare a portarci dietro”.

Spalletti sembra avere le idee chiare: “Si va là a giocare la partita per fare risultato ma anche mettendoci dei contenuti che ci hanno portato ad essere migliori nel lavoro fatto in questi 18 mesi”.

“Noi dobbiamo lottare su ogni pallone, con ogni risultato e contro qualsiasi squadra. Come dicevo prima c’è in ballo molta della nostra qualità professionale, e bisogna ritirarsi fuori da questo momento. Le partite, se ci si arriva con la forza mentale che hai e con la squadra in condizione di esprimere il massimo, si possono vincere tutte. Bisogna lavorare più sulla testa”.

Infine, conclude l’allenatore toscano: “Le nuove situazioni tattiche sono piccole modifiche, perché poi lo scorrimento delle partite ha dimostrato che quella che avevamo fatto come scelta è la cosa giusta. È chiaro che in partite come queste in campo bisogna mettere oltre che la tecnica anche un po’ di cuore. È quello che poi riesce sempre a fare la differenza, perché bisogna andare a tirare in ballo l’umiltà e l’orgoglio per la maglia che vestiamo, assumendoci le nostre responsabilità”.

- Advertisement -