domenica, Novembre 27, 2022

Hamsik contrariato per la rottura dell’accordo tra il Napoli e il Dalian

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

È notizia di ieri l’inaspettata rottura, almeno parziale, delle trattative per il trasferimento del capitano Marek Hamsik dal Napoli al Dalian.

Un vero colpo di scena che il club celeste ha comunicato ieri sera, attraverso il suo profilo ufficiale Twitter:

“Il Calcio Napoli ha deciso di soprassedere alla cessione di Marek Hamsik ai cinesi poiché le modalità di pagamento della cifra pattuita non collimano con gli accordi precedentemente raggiunti #ForzaNapoliSempre”.

Il motivo del mancato accordo, sarebbe da ricondurre all’intenzione del club cinese di voler dilazionare in più rate il pagamento di 20 milioni pattuiti per l’acquisto del giocatore.

Una condizione che il presidente Aurelio De Laurentiis ha ritenuto di non poter accettare, mettendo così in discussione l’accordo.

Situazione totalmente imprevista per il giocatore, per cui erano già state fissate anche le visite mediche, che non ha accolto bene gli sviluppi negativi dell’accordo di cui è il diretto interessato.

La Gazzetta dello Sport riporta:

“Il capitano s’è contrariato, e non poco. Ormai, aveva organizzato tutto per avviare la nuova avventura che gli avrebbe garantito uno stipendio di 9 milioni di euro all’anno per le prossime tre stagioni. Una cifra incredibile, che l’aveva spinto a chiudere con Napoli, città e ambiente. Ieri sera, il suo procuratore, Venglos, era negli uffici della Filmauro, ha discusso con De Laurentiis e Andrea Chiavelli, l’amministratore delegato del club. Il manager ha sollecitato una soluzione per non mandare all’aria un affare di decine di milioni di euro. Hamsik sarà a Castel Volturno, stamattina, per l’allenamento programmato ma, difficilmente, parteciperà alla trasferta di Firenze: mentalmente, sarà difficile ritrovarlo”.

Ma la dichiarazione rilasciata lunedì mattina dal presidente celeste Aurelio De Laurentiis, nel corso della presentazione del ritiro, avrebbe dovuto far suonare qualche campanello d’allarme.

A proposito della trattativa in corso con il club cinese, De Laurentiis aveva commentato: “Pagare moneta, vedere cammello”.

Non è improbabile che già sapesse delle richieste del Dalian, in merito alla possibile dilazione del pagamento di quanto pattuito per Hamsik.

E ora che succede?

A riportare le ipotesi sul futuro ci pensa il sito Calciomercato.com che scrive:
Dall’entourage di Hamsik si apprende che al momento è tutto bloccato, ma mancano 20 giorni alla conclusione del mercato cinese e il Dalian Yifeng vuole riaprire, e risolvere la pratica”.

“Gli avvocati – riporta il sito Calciomercato.com – sono al lavoro e hanno due strade: proporre garanzie adeguate sul pagamento pluriennale oppure versare subito tutti i 20 milioni nelle casse di de Laurentiis, tasse comprese (e non è un dettaglio…).

“Il Napoli dopo la presa di posizione ufficiale si mette in posizione di forza: soldi assicurati o Marek rimarrà in azzurro, ma da parte del giocatore era già pronto il viaggio destinazione Cina nel giro di 24/48 ore con tutta la famiglia e c’è adesso la necessità di affrontare seriamente il discorso per capire se potrà riaprirsi nelle prossime settimane. Perché Hamsik rimarrebbe volentieri a Napoli, ma i 27 milioni che lo attendevano in Cina restano un discorso su cui il capitano pretende cautela e approfondimenti”, conclude il sito on line.

- Advertisement -