Un post di Simeone scatena l’ira dei tifosi del Napoli

0
482

I tifosi del Napoli restano increduli di fronte al post del giocatore della Fiorentina.

“Mancano tre giorni a Fiorentina-Napoli, volevamo ricordarlo così”.

A scriverlo, nientemeno che Giovanni Simeone, l’attaccante della Fiorentina, che pubblica la foto che lo ritrae sorridente e con il pallone sotto il braccio.

Pallone che Simeone si portò via come consueto premio per la tripletta realizzata proprio ai partenopei la scorsa stagione.

La sconfitta inferta al Napoli, arrivò il giorno dopo la vittoria rocambolesca della Juventus contro l’Inter (con rete proprio di Higuian all’ultimo respiro), costò agli azzurri di Sarri il controsorpasso bianconero che poi fu decisivo per l’assegnazione dello scudetto alla Juventus.

A riportare la notizia il “Corriere dello Sport”, che scrive, “il post sui social del club viola non è passato inosservato ai tanti tifosi del Napoli e ha scatenato una serie di commenti di replica da parte dei supporter azzurri e di controreplica, in quella che sta diventando in questi minuti una vera e propria battaglia social”.

I tifosi del Napoli restano basiti di fronte a questo post del club viola che ricorda i tre giorni dalla sfida del Franchi con il “tre” di Simeone, autore della tripletta che tolse al Napoli un pezzo di scudetto. A sorprendere è soprattutto il fatto che la Fiorentina e suoi tifosi sono i rivali storici della Vecchia Signora.

“Amici della Juve!” gridano i tifosi del Napoli.

Ricordiamo che Fiorentina-Napoli (3-0) dello scorso anno si giocò il 29 aprile allorquando, la squadra di Pioli – giocando in superiorità numerica per oltre 80 minuti a causa dell’espulsione di Koulibaly in avvio – strapazzò la formazione partenopea, apparsa del tutto irriconoscibile.

Tutto ruotò intorno all’episodio del 5’ minuto quando Simeone lanciato a rete venne fermato con le cattive da Koulibaly: Mazzoleni in un primo momento indicò il dischetto ammonendo il senegalese ma poi dopo aver consultato il VAR cambiò la sua decisione. Rosso per il difensore del Napoli ma non più rigore. Il resto è storia.

Fonte: Corriere dello Sport