Juventus: preso il difensore Romero del Genoa

0
646

È praticamente fatto il terzo colpo della dirigenza juventina nel mercato di Gennaio.

Dopo l’acquisto di Caceres dalla Lazio, e del forte centrocampista Aaron Ramsey dall’Arsenal, che si aggregherà alla squadra però solo a Luglio, arriva un terzo acquisto.

Si tratta del difensore argentino Romero, attualmente in forza al Genoa di mister Prandelli.

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, Juventus e Genoa hanno raggiunto l’accordo totale per il trasferimento di Romero per una cifra pari a 20 milioni di euro più eventuali bonus legati al raggiungimento di determinati risultati di squadra.

Si tratta di un colpo in prospettiva “stile Rugani” nel 2014, acquistato dall’Empoli all’età di soli 20 anni.

Anche Romero, classe 1998 ha infatti solo 20 anni, e sposa pienamente la strategia della società bianconera orientata ad attuare un processo di rinnovamento della retroguardia.

Va ricordato infatti che la difesa bianconera oltre che dal giovane Rugani, è composta da giocatori quali Caceres, Chiellini, Bonucci, Barzagli, tutti sopra la soglia dei 30 anni. Questo spinge la dirigenza ad un obbligato restyling per proseguire il ciclo di vittorie che hanno contraddistinto la squadra bianconera negli ultimi sette anni.

L’idea iniziale per l’acquisto di Romero, era quella di un’ operazione alla Caldara cioè con Romero che sarebbe rimasto in prestito al Genoa per altri 18 mesi e quindi fino all’estate del 2020.

I piani invece sono poi cambiati, già a Luglio di quest’anno infatti, se non ci saranno particolari sorprese o contrordini, il difensore argentino potrà essere a disposizione del mister Massimiliano Allegri.

Intanto la Juventus, continua comunque a seguire altri profili, come quello di Andreas Christensen, 22enne difensore del Chelsea di Maurizio Sarri e della nazionale danese.

In questo caso però la squadra bianconera deve fare i conti con altre importanti squadre del panorama europeo, prima su tutte il Borussia Dortmund sempre molto attento a valorizzare i giovani talenti.