Allegri: “Guardo il lato positivo: avremo più tempo per recuperare i difensori”

0
125

Juventus sconfitta per tre reti a zero.

Atalanta passa alle semifinali con merito.

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, è intervenuto ai microfoni della Rai:

“Non è successo assolutamente niente, ai ragazzi non rimprovero nulla” ha esordito Allegri.

“Non so quante partite hanno vinto, oggi è capitata la serata storta. E’ andato tutto storto, abbiamo regalato il primo e il terzo gol”, ha continuato l’allenatore bianconero.

Ancora Max Allegri “l’Atalanta aveva più voglia e forza mentale e ha meritato di passare il turno. E’ umano perdere e sarebbe da matti pensare di poter vincere tutte le partite. Dispiace uscire, tenevamo a questo trofeo come per il campionato e la Champions. Ora ci ricarichiamo”.

Allegri commenta sincero e senza rimpianti l’espulsione: “Hanno fatto bene, ero nervoso. L’arbitro è stato bravo, complimenti a tutta la terna. In quel momento lì mi sono arrabbiato e sono stato allontanato” ha detto Allegri.
“Non ho chiesto il Var, è stata solo una classica protesta. Ma non abbiamo perso per quella situazione. Eravamo noi scarichi mentalmente ma, ripeto, ci sta”.

“Serata da dimenticare? No, da ricordare. Ci farà bene. Già con la Lazio non abbiamo giocato bene nel primo tempo. Lo scorso anno vincemmo soffrendo con la Samp, poi pareggiammo a Crotone e perdemmo col Napoli”.

Allegri non casca nel tranello del giornalista che domanda “Campanello d’allarme?”

“No! – risponde il tecnico – Se questo è un campanello d’allarme per le altre squadre cos’è, un campanaccio?” ha commentato l’allenatore bianconero.

Infine un pensiero agli infortunati in prospettiva Champions League:Guardiamo il lato positivo: non giocheremo due semifinali di coppa e avremo più tempo per recuperare le energie.” ha concluso il mister.

Per la cronaca l’Atalanta batte 3-0 la Juventus e ora affronterà la Fiorentina.Per i nerazzurri di Gasperini segnano Castagne e Zapata nel primo tempo; il tris sempre di Duvan alla fine della gara.

E per la squadra di Allegri è emergenza nella retroguardia, si ferma anche Chiellini che accusa dolore al polpaccio.