Miracolo in campo di un calciatore dodicenne

0
170

Poteva essere una vera e propria tragedia.

E’ successo durante una partita di calcio giovanile, in Spagna.

La situazione apparentemente senza scampo è stata brillantemente risolta dal sangue freddo e dall’altruismo di un giovanissimo calciatore, appena dodicenne.

Il ragazzo – come riporta tra gli altri, il quotidiano ‘Il Messaggero’,“negli istanti più tragici ha saputo mantenere la calma, salvando la vita ad un avversario che aveva appena perso i sensi ed era crollato a terra”.

“Grazie all’eroico gesto che ha salvato la vita dell’avversario, il dodicenne Cristian Fernandez ha ricevuto complimenti da tutta la Spagna”.

L’episodio è successo durante la partita tra il San Fernando e il Medina Balompié: il giovanissimo giocatore, dopo uno scontro di gioco, si è accasciato a terra e ha perso i sensi.

Tutti i bambini si sono spaventati e hanno abbandonato il campo ma Cristian, questo il nome del giovanissimo eroe, non ha lasciato il rettangolo di gioco e, coraggiosamente ha soccorso l’avversario.

In pochissimi istanti il dodicenne è riuscito a girare l’avversario e a fargli tirar fuori la lingua, in modo che non soffocasse, fino all’arrivo dei medici che hanno preso in mano la situazione, come riporta pure il sito Virgilio Sport.

“Sapevo cosa fare – ha commentato Cristian dopo la partita – perchè ho visto come i giocatori dell’Atletico Madrid hanno soccorso Fernando Torres quando ha perso i sensi”.

Il ragazzino, evidentemente anche tifoso di calcio si riferisce all’episodio accaduto durante la gara tra i L’atletico Madrid e il Deportivo La Coruña quando, all’ottantasettesimo minuto, l’attaccante spagnolo Fernando Torres è rimasto a terra dopo uno scontro aereo in cui ha battuto violentemente la testa contro quella di Bergantiños.

Il giorno dopo ‘El Niño’ ha voluto ringraziare tutte le persone che gli avevano inviato messaggi di sostegno tramite il suo profilo Instagram: “Grazie a tutti quelli che si sono preoccupati per me e per i vostri messaggi di incoraggiamento. E’ stato solo uno spavento. Spero di tornare presto”.

Stessa scena bellissima anche per il giovane Cristian che è stato elogiato anche dal suo allenatore, Leo Cornejo: “Tutti i ragazzi erano molto spaventati ma Cristian è stato coraggioso e gli ha salvato la vita” ha detto il mister orgoglioso.