Juventus, per sostituire Benatia? Bruno Alves, Ezequiel Garay, Martin Caceres, … ma anche Leonardo Spinazzola

0
230

Medhi Benatia, dopo tanti tira e molla, avrebbe deciso di lasciare la juve.

Il centrale marocchino ha deciso di abbandonare la nave bianconera: la proposta dell’Al Duhail ha fatto breccia. Giornata decisiva per l’uscita di Medhi Benatia” – scrive ‘La Gazzetta’.

‘Tutto Sport’ indica in Bruno Alves il sostituto più probabile. Il centrale portoghese amico di Cristiano Ronaldo, che finora ha fatto benissimo col Parma nonostante i suoi 37anni. “Bruno Alves e Marcelo potrebbero raggiungere Ronaldo alla Juve” – titola il quotidiano torinese.

Mentre il ‘Corriere dello Sport indica in Andreas Christensen, talento classe ’96 del Chelsea, il sostituto ideale di Benatia, che aiuterebbe anche a ringiovanire il reparto.

Ma le richieste di Allegri sono diverse.  Allegri prediligerebbe un elemento già conoscitore della Serie A e con un minimo di esperienza internazionale.

Secondo ‘La Gazzetta dello Sport’, infatti, Fabio Paratici sta cercando un centrale esperto, soprattutto in Europa, oltre i 30 anni di età. Le opzioni portano (ancora una volta) a Bruno Alves, o a Ezequiel Garay del Valencia, obiettivo di vecchia data per i bianconeri.

Invece, secondo Fox Sport, il profilo tranciato da Allegri porta a Martin CaceresUomo di esperienza, anche a livello internazionale, uno pronto da mandare in campo subito e  duttile nel ruolo“. Caceres, oltretutto,  conosce molto bene la Juventus, avendo giocato con i bianconeri in due tornate: 2009-’10 e  2012-’16.

Pertanto, stando a queste indiscrezioni i candidati a sostituire nell’immediato Benatia sono tre: Bruno Alves, Ezequiel Garay e Martin Caceres.

Ma non è detto che sia uno di questi tre, perché altre indiscrezioni portano a una soluzione interna: Leonardo Spinazzola. 

Il centrale ex Atalanta ha il vantaggio di  non portare alcun turbamento in uno spogliatoi che finora è stato praticamente perfetto, preservando gli equilibri dentro e fuori dallo spogliatoio e le gerarchie già consolidate, aspetti che spesso nel calcio fanno la differenza.

Non è un caso, infatti, che a prediligere questa soluzione sia Massimiliano Allegri, in quanto Spinazzola può dare le stesse (o forse più) garanzie tecniche di un nuovo arrivato, nuovo arrivato che di contro avrebbe pochissimo tempo per ambientarsi.