Juventus e CR7: girone d’andata da record. Si riparte con un Ronaldo che al ritorno si scatena

0
95

Lunedì allo Stadium contro il Chievo riparte il campionato della Juventus.

Di Carlo carica i suoi: “Dipendiamo solo da noi stessi, non ci aiuta nessuno. Tocca a noi trovare energie, coraggio, forza ed andare a battagliare”.

Certamente niente è impossibile, sopratutto nel calcio, ma i numeri dei bianconeri mettono davvero paura e mettono paura sopratutto quelli di Cristiano Ronaldo: nel girone d’andata CR7 ha segnato 14 goal, gli stessi realizzati dal Chievo con sette giocatori diversi.

Con i 14 gol realizzati in 19 partite, Ronaldo è stato il capocannoniere del girone di andata. Come riporta Tuttosport equivalgono al 37% di quelli totali della squadra e sono valsi ben 19 dei 53 punti fatti dalla Juventus (le vittorie contro Sassuolo, Frosinone, Empoli, Spal, Torino e Sampdoria, più il pareggio con il Genoa), e inoltre a questi gol vanno aggiunti anche 5 assist.

Se non bastassero questi dati, c’è anche un’altro dato che racconta di un rendimento del portoghese elevatissimo, è il rating calcolato sulla base di 200 statistiche a match dal sito WhoScored.

Ebbene, Ronaldo anche  in questo caso stacca tutti, perché risulta  in assoluto il giocatore con il rating più alto della sera A, con un punteggio pari a 7.73.

Non è tutto, a spaventare gli avversari dei bianconeri, sono anche i dati statistici sul girone di ritorno, è sempre Tuttosport a riportare questi dati, ebbene CR7 in ben 10 occasioni ha fatto più gol nella seconda parte di campionato, ad esempio, l’anno scorso fino a gennaio aveva fatto  4 reti e ha chiuso la staggiane con 22.

I numeri di Cristiano Ronaldo che spaventano gli avversari non stupiscono Massimilano Allegri. A chi gli chiedeva di CR7, dopo che il suo colpo di testa che ha consegnato la Supercoppa italiana alla Juventus, Allegri rispondeva: «Ronaldo è il migliore lo abbiamo preso apposta».

Il Portoghese finora ha tenuto fede alle aspettative e ha dimostrato di essere il migliore anche nella serie A. Certo per il giudizio finale bisogna aspettare  la fine del campionato e le grandi classiche che aspettano la Juve da qui all’estate, ma chi bene inizia ….

(Fonte: Tutto sport)