Allegri in conferenza: proveremo a recuperare Mandzukic per la Lazio

0
314

Allegri parla in conferenza stampa.

E lo fa introducendo la sfida della Juventus contro il Chievo.

“I giocatori a disposizione stanno tutti bene” ha detto Massimiliano Allegri.

“Proveremo a recuperare Mario Mandzukic per la Lazio. Miralem Pjanic ha subito una botta al polpaccio ma domani è squalificato e ha una settimana per recuperare”.

Così, in conferenza stampa il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia del match di campionato contro il Chievo.

“La gara di domani si deve prendere seriamente. La squadra veneta con Di Carlo ha ottenuto 5 pareggi, una vittoria e rimediato solo una sconfitta. Ci crederà sino all’ultimo”, ha aggiunto Allegri.

Massimiliano Allegri ha fatto anche il punto sul mercato bianconero:
“Il nostro acquisto di gennaio sarà Sami Khedira. Dopo una prima parte di stagione del genere, il rischio è adagiarsi e questo non deve accadere” ha detto Max.

Dobbiamo imparare a chiudere le partite. Non dobbiamo dare possibilità agli avversari. I margini di crescita ci sono, specie per volontà del presidente. Questa società ha un DNA che fa la differenza: qui si lavora ogni giorno per migliorare”, ha aggiunto Allegri.

Poi Allegri su Cristiano Ronaldo ha detto: “non ha bisogno dei 4 gol di Zapata, ha sempre stimoli, come tutto il resto della squadra. Abbiamo conquistato il primo trofeo della stagione; ora inizia la seconda fase dell’annata”, ha precisato Allegri.
Infine conclude il tecnico juventino tenendo sull’attenti tutti:

“Il rischio più grosso è adagiarsi un po’. Non deve accadere, altrimenti si compromette tutto in poco. Ora abbiamo il campionato ma a fine mese abbiamo una partita da dentro o fuori a Bergamo. Ogni giorno bisogna lavorare per mantenere la forma fisica e migliorare il gioco, ma bisogna avere la testa giusta, fare fatica e raggiungere gli obiettivi per cui lavoriamo. Altrimenti avremo sempre degli alti e bassi. Ecco perché domani dobbiamo fare una partita aggressiva, d’impatto, altrimenti andiamo dietro al tran tran e non va bene”, ha concluso il tecnico.