Allegri tra prima dell’anno e calciomercato

0
147

Riparte il 2019 della Juventus.

Domani sera c’è il Bologna per gli ottavi di finale di Coppa Italia, gara secca.

Vietato sbagliare quindi.

Ecco le parole di Massimiliano Allegri in merito alla gara di domani ed ai possibili sviluppi del mercato invernale:

“Comincia il 2019, quella di domani è la partita più difficile perché è la prima. La prima dell’anno, come viene la prima del campionato o la prima in coppa” dice il Mister.

Allegri ribadisce che “per noi la Coppa Italia è un obiettivo, come lo scudetto, la Champions League, la Supercoppa”.

Prosegue il tecnico bianconero: “Una partita da affrontare un maniera seria, per prepararci al meglio per il match di mercoledì con il Milan. Non c’è possibilità di replica, Bologna è un campo difficile e loro puntano all’impresa, cercando di eliminarci”.

In ottica mercato, le voci su Aaron Ramsey da subito danno lo spunto ad Allegri per affermare che: “A centrocampo ne ho cinque e sono bravi. Stiamo bene così”.

Allegri riserva qualche pensiero anche per la imminente partita di supercoppa a Geda, in Arabia:

“È un contratto stipulato dalla Lega, si va là e si deve giocare. C’è l’apertura per le donne allo stadio, passo piccolo ma sempre un passo in avanti” ha detto l’allenatore della Juventus.

“E poi l’Italia ha rapporti internazionali con l’Arabia in altri campi, mi sembra. Non voglio fare una conferenza politica: già tanti bravi lo fanno, evitiamo”.

Allegri taglia corto anche sulle discriminazioni nel calcio:

“Ma quali novità, hanno detto le solite robe per riempirsi la bocca. Non bisogna spaccare l’atomo in quattro, all’interno degli stadi ci sono strumenti per prendere chi si comporta male. Guardate che cosa hanno fatto in Inghilterra. Là i razzisti li cacciano dagli stadi, da noi si ha paura a prendere decisioni impopolari. Se poi i buuu cominciano al momento di un calcio di rigore, che facciamo? Si deve stare zitti e decidere, altro che parlare”.

Allegri ha poi detto due parole due su Cristiano Ronaldo e le indagini statunitensi:

Il caso Mayorga? Sono vicende private. Lui è molto sereno ed è tornato riposato dopo quattro mesi tirati. Lo vedo tranquillo, mi baso su questo”.