Con Mourinho le sirene madrilene cantano per l’Inter

0
235

Sono ore di forte fibrillazione per il Real Madrid.

Orfani di Cristiano Ronaldo il Real Madrid oggi, a campionato inoltrato, è fuori anche dalla zona Champions League.

Florentino Perez sta giocando su diverse scacchiere. In una c’è Jose Mourinho. Ma chiudere la partita è tutt’altro che semplice.

Secondo il quotidiano Inglese The Sun, l’allenatore portoghese e il presidente dei blancos, hanno già avviato i negoziati, e sono stati anche contattati i rappresentanti dell’allenatore.

L’obiettivo è definire da subito ogni dettaglio contrattale, per avere lo Special One sulla panchina del Real all’avvio della prossima stagione.

Tuttavia gli ostacoli non sono ancora tanti. Il primo riguarda il Manchester United. Il contratto con i Red Devils è ancora vincolante, pertanto Mourinho non può ancora firmare per un altro club.

Su questo fronte starebbe lavorando Jorge Mendes, che ha già contattato il vicepresidente della United Ed Woodward per definire gli ultimi dettagli e svincolare così Mourinho, l’incontro dovrebbe avvenire a breve.

Ma i problemi contrattuali non sono i soli. E qui entrano in ballo l’Inter. José Mourinho, per tornare al Real Madrid ha chiesto a Perez due nerazzurri: Mauro Icardi e Milan Skrinia.

Il presidente Florentino Perez, pur di riavere lo Special One alla guida dei blancos, è disposto ad acquistare chiunque. Purtroppo per l’inter i desideri espressi dal portoghese portano dritti a Milano, verso due pedine che oggi sono imprescindibili per l’attacco e la difesa interiste.

I tifosi nerazzurri sognavano il ritorno alla guida dei propri beniamini del mitico condottiero che porto l’inter alla conquista del Triplete, e riprendere con lui quel percorso lastricato di vittorie bruscamente interrotto quella sera del 22 maggio 2010, proprio al culmine del trionfo.

Invece il ritorno in panchina dello Special One (ancora su quella del Real come nel 2010)  rischia di essere devastate per gli interisti, perché quando cantano le sirene madrilene resistere al loro richiamo è difficile per chiunque.

Mauro Icardi e Milan Skrinia sono avvisati.