Higuain non ha pace: pedalare!

0
164

La serenità ha abbandonato il Milan.

Come interpretare le parole di Leonardo, direttore generale dell’area sportiva del Milan, che invita Higuain a “pedalare“.

Leonardo, a margine della presentazione di Lucas Paquetà, ha parlato di Higuain, e anche altri temi, di  Montolivo, del mercto e del contenzioso con l’UEFA.

Leonardo su Higuain: “Deve assumersi le responsabilità e pedalare“.
E ancora: “Il gol cambia qualcosa, ma uno deve anche continuare“.

Nel merito immaginiamo che Leonardo possa avere anche ragione, ma ci permettiamo esprimere qualche dubbio sul metodo. Mettiamo in dubbio l’opportunità di usare certe espressioni, in interviste pubbliche, per cercare, immaginiamo, di scuotere un campione che, non dimentichiamolo, ha fatto bene ovunque abbia giocato.

Higuain dopo il match con la Juventus ha passato giorni poco felici, e tante partite senza gol, è tornato al gol contro la Spal, prima della sosta.

Inoltre nello stesso periodo prendevano sempre più quota  le voci su un suo possibile addio ai rossoneri, e certamente non devono aver aiutato il Pipita a ritrovare la serenità necessaria.

Non a caso Leonardo afferma: “Deve decidere. Su cosa? Dico in generale. Ha vissuto un momento un po’ così, deve chiuderlo e pedalare“.

Insomma il messaggio di Leonardo se non altro ha il dono della chiarezza, il carattere di Higuain deve fare il resto.

Perché come dice Leonardo: “Il gol cambia qualcosa, ma uno deve anche continuare, prendersi le sue responsabilità, per forza“.

Infine Leonardo a fatto due battute sugli altri temi. La questione Montolivo viene chiusa  con un un “vediamo”;  sul possibile trasferimento di Borini in Cina, Leonardo dice: “Non abbiamo ricevuto niente di ufficiale e nemmeno per Halilovic c’è ancora qualcosa di intavolato. Siamo in 30, qualcuno deve uscire“.

Infine conclude parlando di mercato e del contenzioso con la Uefa: “Il tempo passa e nel frattempo si perdono le occasioni, l’incontro di venerdì non ci darà indicazioni definitive. Si possono fare operazioni in prestito con diritto di riscatto ma non è detto che accettino“.