Globe Soccer Awards 2018, Ronaldo: “Sogno di vincere con la Juve”

0
135

I Globe Soccer Awards di Dubai si concludono con l’acclamazione di Ronaldo, indiscusso protagonista dell’evento.

Dopo qualche delusione, come ad esempio il mancato Pallone d’Oro assegnato a Luka Modric, CR7 si prende la sua rivincita.

Rivincita particolarmente sostanziosa.

Suo infatti il premio di miglior giocatore e della migliore rete dell’anno.

La splendida rovesciata messa a segno contro la Juventus, quando ancora vestiva la maglia del Real Madrid, infatti, ha fatto guadagnare al campione portoghese il premio per il gol più bello del 2018.

Un gol indimenticabile, che perfino i tifosi della Vecchia Signora omaggiarono con una standing ovation memorabile all’Allianz Stadium.

Cristiano Ronaldo giunto alla premiazione, ha commentato, con un sorriso:

“Buon anno a tutti, ora siamo nel 2019 è un nuovo anno quindi il 2018 è il passato. Ho iniziato molto bene con questo fantastico premio e con quel gol bellissimo che purtroppo ho segnato alla mia squadra attuale quindi non sono totalmente felice”.

Il campione portoghese ha proseguito: “Ringrazio i fan che hanno votato per me. Obiettivi? L’obiettivo credo sia continuare a fare gol, tutti sanno quanto è difficile segnare. Ho segnato quasi 700 gol nella mia carriera e credo che questo sia il più bello che ho realizzato”.

“E’ un onore ricevere questo titolo. E’ stato un anno difficile, in cui ho vinto tanti trofei – ha concluso CR7 –. Il 2018 è passato e ora sogno di vincere il più possibile con la Juve“.

Oltre Ronaldo, nel corso dell’evento, sono stati premiati altri personaggi del panorama calcistico italiano.

Fabio Capello ha infatti vinto il premio alla carriera nella sezione destinata agli allenatori.

Un premio molto apprezzato dal tecnico che, ricordando i successi conquistati, sia da giocatore che da allenatore, ha dichiarato:

“Ringrazio tutte le squadre che hanno avuto fiducia in me. Se dovessi scegliere il momento più bello della mia carriera, direi quando con il Milan ho battuto il Barcellona 4-0 ad Atene in finale di Coppa Campioni. Tutti dicevano che era impossibile battere quel Barça e noi lo battemmo ‘soltanto’ 4-0”.

Premiato, inoltre, anche Fabio Paratici, come miglior direttore sportivo.

Il dirigente bianconero, durante la premiazione, ha dichiarato:

“E’ un onore ricevere questo premio, devo prima di tutto ringraziare il mio club e il mio staff. La Juve è un grande società e io do sempre il massimo”.

E ha concluso: “La Juve vive uno dei suoi momenti migliori, abbiamo vinto tanto negli ultimi anni e ora abbiamo una squadra ancora più competitiva con Ronaldo. Dobbiamo proseguire su questa strada”.