Juventus, Paratici: “Protagonisti in Champions”

0
150

L’anno 2018 si è chiuso per la Juventus con la conta dei traguardi raggiunti.

Anno ricchissimo per la Juve, che tra i successi conta il settimo Scudetto consecutivo, la quarta Coppa Italia di fila e il record di punti nel girone d’andata della stagione in corso nel campionato di Serie A.

Il nuovo anno 2019, non intacca il desiderio e la voglia dei bianconeri di accumulare ancora più successi.

Fabio Paratici, dirigente sportivo della Juventus, attualmente a Dubai per partecipare ai Globe Soccer Awards (in compagnia anche di Cristiano Ronaldo, che è uno dei tre candidati al Best Player of the Year), ai microfoni di SkySport, commenta le ambizioni della Vecchia Signora:

«Speriamo sia un anno pari, se non migliore a quelli che abbiamo vissuto negli ultimi 7. Questo è l’augurio che faccio a tutte le persone che lavorano alla Juve e a tutti i tifosi».

«Il primo pensiero di questo 2019 – commenta Paratici – è riferito alla Champions League, che è diventato un nostro obiettivo, in particolare dopo aver giocato ad alto livello le ultime Champions League. Siamo pronti per essere protagonisti fino in fondo, con maggiore consapevolezza rispetto agli anni scorsi».

Maggiore consapevolezza che arriva anche dall’alto livello di qualità garantito dall’allenatore Massimiliano Allegri: «Credo che Allegri sia il migliore allenatore possibile per la Juventus e la Juventus sia la squadra perfetta per il mister».

Ma anche dalla presenza in squadra di un campione assoluto come lo è il portoghese Cristiano Ronaldo:

«Cristiano è il miglior giocatore del mondo – dichiara il dirigente bianconero – , perciò con il suo arrivo la consapevolezza di tutti è aumentata. Però, partivamo già da una base alta: la Juve è da sempre un club compete ad alto livello, e negli ultimi anni abbiamo sempre giocato grandi Champions, e abbiamo avuto grandi giocatori; adesso però abbiamo anche Cristiano Ronaldo».

Dopo il passaggio di Marotta all’Inter, sembra proprio che Paratici sia riuscito nell’intento di sostituirlo egregiamente, e non c’è dubbio che riuscirà ad accompagnare la Juventus alla conquista di nuovi successi.