Mourinho, proposta shock del Real Madrid

0
68

Josè Mourinho, mai stato così corteggiato.

Non a caso è lo Special One.

La notizia è di poco fa. A riportarla è Sport Mediaset. Il Real Madrid è già passato alla corte sfrenata di Josè Mourinho.

Archiviata quindi la suggestione Inter messa in giro soprattutto da nostalgici del Triplete

“Non era mai successo che un allenatore si trovasse una fila di pretendenti davanti alla porta di casa 24 ore dopo essere stato esonerato” scrive Sport Mediaset che addirittura descrive minuziosamente i dettagli dell’operazione ripresi dal quotidiano El Pais.

Pare che la proposta sia già sulla scrivania del potentissimo agente portoghese, Jorge Mendes, amico personale dell’allenatore.

Ecco i termini dell’offerta contrattuale di Florentino Perez che da ancora una volta visibilità all’intero mondo calcistico della superpotenza economica del suo Real Madrid.

1. INGAGGIO DA 20 MILIONI. Cifra aggiornata dopo il rifiuto della prima offerta di 15 milioni rispedita al mittente Jorge Mendes.

2. CLAUSOLA DA 5 MILIONI. “Questa è la cifra che Florentino Perez dovrebbe versare a Mourinho se lo tenesse “in sospeso”, se non gli facesse cioè firmare un contratto entro il prossimo 1° luglio” scrive la versione on line di SportMediaset .

“Questa clausola – prosegue la testata sportiva – è stata inserita nel pacchetto della proposta perché se la squadra dovesse decollare e vincere la Champions League ancora una volta, Perez non potrebbe silurare Solari, che ha firmato fino al 2021″ conclude la testata giornalistica sportiva”.

Tuttavia, c’è la ragionevole certezza che questi soldi Perez li risparmi visto l’andamento del Real Madrid in campionato e in Champions League.

3. TOTALE LIBERTÀ SUL MERCATO. Mourinho avrebbe l’ultima parola su tutti gli acquisti del mercato dei Blancos a decorrere dalla campAgna acquisti della prossima stagione.

I tre punti di questa offerta sono nelle mani di Jorge Mendes. Ora pare si tratti solo di definire i dettagli tecnici circa lo staff tecnico e altre “minuterie”.

A Madrid, come a Milano Mourinho ha lasciato un un segno indelebile.
Una cosa è certa, se non dovesse essere il Real Madrid ad ingaggiare lo Special One, allora per l’Inter quella che è attualmente una suggestione potrebbe trasformarsi in realtà, soprattutto viste le prospettive ambiziose che la società milanese sta dichiarando apertamente.