Torino-Juve: bimbo malato sogna di incontrare Ronaldo. I granata realizzano il suo desiderio

0
741

Il piccolo sognava di poter stare in quel campo visto tante volte alla TV, e questo sogno si avvererà

Entrare in campo con Ronaldo. Questo il sogno di un piccolo tifoso malato che si realizza grazie al Club granata.

A Francesco verrà data la possibilità di incontrare Ronaldo, e tutti i calciatori della sua amata Juventus.

Questa sua grandissima passione, ha notevolmente aiutato il 14enne a sostenere il gravoso peso delle difficoltà causate da una malattia insidiosa.

A rendere questo suo sogno possibile, sono stati i tifosi del Toro club Sicilia Granata “Antonino Asta”.

I tifosi del club, dopo essere venuti a conoscenza della sua situazione, hanno contattato il Torino, trovando la disponibilità del direttore operativo Alberto Barile, che ha permesso al piccolo tifoso di accedere al campo prima dell’inizio della partita.

Ma non solo. I tifosi del club hanno anche raccolto una cifra sufficiente per le sue spese di viaggio, grazie alla vendita di maglia, pantaloncini e scarpe autografate di Andrea Belotti, messe a disposizione dalla moglie.

Il piccolo tifoso avrà anche la possibilità di partecipare ad un pranzo organizzato dai tifosi granata, che si terrà prima della partita a Torino.

Giuseppe Alessi del Toro Club siciliano che ha seguito la vicenda, ha commentato:

“Francesco si sta battendo con orgoglio contro la malattia e per noi è stato un onore aiutarlo. Un sogno dichiarato e abbiamo pensato che il derby fosse il momento giusto per esaudirlo. Anche dal punto di vista temporale, la data era perfetta. Non solo perché giochiamo in casa e quindi è più semplice per noi ma anche perché è vicino a Natale, un particolare che renderà questo momento ancora più intenso”.

“Francesco è molto felice – continua Giuseppe Alessi – e noi siamo entusiasti per aver collaborato a un’iniziativa che esula da quel mondo del calcio fatto di tifo violento e cori irripetibili che la cronaca racconta”.

Sabato, quindi, Francesco partirà dalla Sicilia con il padre e il fratellino più piccolo, per partecipare all’atteso derby e incontrare i suoi idoli della Juventus.

Sebastiano, padre del piccolo tifoso, commenta: “La passione di mio figlio è il calcio e come i suoi idoli è stato un campione e ha vinto una difficile battaglia. Ora è felicissimo. Sarà un’emozione unica, una sensazione stupenda. Già è tutto pronto e questo grazie alla società, al club e agli amici”.

Il calcio è una grande passione che unisce le persone, e questa storia ne è la prova.