Magico Anfild: il tifoso Mike non vede la partita ma la vive!

0
75

Un ragazzo cieco, Mike Karney, non ha bisogno di vedere le partite di calcio, le vive!

Mike Karney è tifoso del Liverpool e l’altra sera era all’Anfield per la partita Liverpool-Napoli.

Il minuto è il 34′, Salah si incunea velocissimo nell’area romanista e segna un gol bellissimo, ed ecco esplodere la gioia di Mike Karney all’unisono con tutto l’Anfield.

Mike aveva gli occhi rivolti al cielo ma lui era nel campo, sentiva la voce del cugino:  “Salah corre sulla fascia, evita un avversario, entra in area, Ospina esce…“; ma Mike è con Salah, lo segue fianco a fianco, e assieme trafiggono Ospina: “ …. goooool gooool“.

Quando Mike sente parlare del clamore suscitato dalla sua storia, si stupisce: “Trovo strana la reazione dei media. È carina, ma un po’ strana”.

L’atmosfera dell’Anfield è straordinaria, dà i brividi, e rende possibili storie come questa.

Racconta Mike: “Mi piace essere coinvolto nell’atmosfera dell’Anfield e sentire ciò che pensa mio cugino e chiunque altro. Se non c’è mio cugino Stephen con me, allora ci sono altri amici, è normale per noi“.

Sono come tutti gli altri tifosi di calcio, non importa se non riesco a vedere chiaramente”, ha raccontato alla BBC.

Vorrei poter vedere di più, ma questo non significa che non riesco a formare un’opinione personale – prosegue Mike– È difficile capirlo per le persone che possono vedere, ma penso che sia normale per me e sono stato così per tutta la vita. È solo il mio modo in cui guardo il gioco”.

Per molti di noi infatti così normale evidentemente non lo è, se quando vediamo il video di Mike ci emozioniamo.

Il video che racconta la sua esultanza dopo il gol di Salah ha fatto il giro del mondo, Mike Kearney ha commosso gli appassionati di calcio e non solo.

Mike è andato ad Anfield per seguire il ‘suo’ Liverpool, guardando la partita contro il Napoli… con la voce di suo cugino. Che, azione dopo azione, gli raccontava quello che i Reds stavano facendo in campo contro gli uomini di Ancelotti.