Juventus, infortunio Cuadrado: si teme un lungo stop

0
556

Il problema è simile a quello che afflisse Bernardeschi lo scorso anno.

Per Cuadrado si preannuncia un lungo stop.

La notizia arriva proprio a poche ore dal derby contro il Torino.

Coincidenze del destino. È stato proprio il derby a consacrare definitivamente Cuadrado come beniamino dei tifosi.

Tutti quanti infatti ricordano quel gol all’ultimo secondo nell’ottobre 2015 che regalò un successo alla Juve di Allegri, dopo una serie di bruttissime prestazioni inanellata dalla squadra di Allegri. Fù da quella gara che la Juve partì alla volta dell’ennesimo scudetto con una marcia inarrestabile.

Ma domani Cuadrado non sarà protagonista. “L’infortunio patito in Champions, nel gelo di Berna, è cosa seria e soprattutto potrebbe farlo restare ai box per tanto tempo” scrive stamane il quotidiano la Stampa.

L’esterno tuttofare juventino, in Svizzera ha riportato un trauma in iperestensione del ginocchio sinistro: la Juve monitora la situazione, ma la scorsa stagione un problema simile tenne fuori Bernardeschi per quasi due mesi.

Sempre sul quotidiano torinese, molto vicino alla vicende della Juventus, si legge che molto “dipenderà molto dall’interessamento dei legamenti, ma sicuramente Cuadrado salterà il derby contro il Toro e rischia di aver già concluso il suo 2018”.

Già lo scorso anno per il Jolly juventino si dovette assistere ad un lunghissimo stop per una pubalgia e tornò dopo quasi 100 giorni.

Per quanto riguarda la situazione aggiornata dell’infermeria bianconera c’è da registrare che il mister Allegri recupera Benatia in difesa e dovrebbe avere a disposizione anche Cancelo.

L’esterno è stato tenuto precauzionalmente a riposo contro lo Young Boys.
Tornano quasi certamente titolari Alex Sandro e Emre Can.

Per quanto riguarda il sistema di gioco che Allegri metterà in campo sabato sera, tenendo conto che non sarà della partita lo squalificato Bentancur, il mister a centrocampo e potrebbe optare per un 3-4-1-2.

Indisponibile sempre Barzagli. In avanti pochi dubbi con Dybala, Ronaldo e Mandzukic.