Statua per Gigi Riva: da Cagliari appello a Salvini

0
224

Cagliari e Gigi Riva, un binomio indissolubile.

Un gruppo di promotori si sta spendendo per un iniziativa volta a realizzare un monumento in onore di Rombo di tuono.

Adesso dopo molti tentennamenti e pareri negativi in merito, i promotori chiedono una deroga ai piani alti delle istituzioni.

E lo fanno tirando in ballo Matteo Salvini.

“Solo lui – spiegano i promotori – può concedere la deroga al divieto di erigere statue giganti dedicate a personaggi ancora in vita”.

A quanto si apprende dall’agenzia di stampa Ansa.it, La lettera del comitato “Una statua per Gigi Riva” è già stata consegnata all’esponente del governo Conte.

Ecco le parole dei promotori della iniziativa che ovviamente trova concorde tutto il popolo sardo.

“Ci auguriamo di ricevere la deroga quanto prima- riferisce il presidente del comitato Pietro Porcella – in maniera da poter continuare la raccolta fondi con la sottoscrizione popolare già in atto”.

Il comitato chiede che una deroga alla regola perchè considerata a detta degli esponenti, come “un atto dovuto verso un uomo, un campione un sardo valoroso che ha portato benefici ineguagliabili all’Italia e alla Sardegna”.

La richiesta inoltrata al ministro Salvini riguarda la sistemazione del monumento nel Lungomare Sant’Elia di Cagliari, davanti al Lazzaretto.

Gigi Riva oggi ha 74 anni. Si pensi che in Sardegna il 7 novembre (data del suo compleanno) è considerato alla stregua di una festività.

Il passare degli anni non ha scalfito il ricordo delle gesta di Riva, che portarono a Cagliari lo storico scudetto del 1970.

L’ex attaccante ha lasciato un segno indelebile nel mondo del calcio.

Il suo record di reti (35) con la maglia azzurra è ancora integro dopo tanti anni. Con la maglia dell’Italia ha vinto l’Europeo del 1968 segnando in finale a Roma e si è laureato vice Campione del Mondo a Messico ’70.

Nel 2006 l’ex attaccante della Nazionale fu insignito della Stella d’Oro al merito sportivo.