Terza coppa europea con la settima classificata di A

0
145

Il vicepresidente dell’Uefa, Michele Uva è intervenuto lunedì a Radio Anch’io su Radiouno.

Ecco le sue parole in merito ai nuovi scenari delle competizioni europee:

“La terza competizione europea partirà dal 2021, aumenterà la partecipazione delle piccole federazioni, ed è rivolta anche a quelle piccole federazioni che rimanevano escluse dal novero delle 80 che facevano la fase finale di Champions League ed Europa League” dice Uva.

“Ci saranno più club coinvolti. Non ci sono più partite bensì partite per altre 16 squadre. La terza coppa partirà a partire dal 2021. In Europa League 2 ci sarà la settima squadra italiana”.

E sulla Super-Champions conclude:

“Fino al 2024 il format continuerà ad essere questo, vedremo se nel ciclo 2021-24 ci saranno piccole modifiche. C’è un tavolo strategico in cui si studia tutto quello che serve per migliorare la fruibilità del calcio per decine di milioni di tifosi, la centralità sono i tifosi: godere il calcio nel miglior modo possibile sempre con grande tutela dei campionati nazionali”.

Uva si è anche soffermato sulla Var in Champions commentando positivamente l’ingresso della tecnologia nella massima competizione europea: “grazie all’esperienza maturata in Italia”.