Juve-inter: la storia della rivalità tra i due club

0
67

Sta sera a Torino si gioca Juventus-Inter. Il derby d’Italia.

Le due squadre che per più tempo in assoluto hanno scaldato gli animi di milioni di tifosi.

I più giovani fanno risalire questa rivalità agli anni recenti allorquando l’Inter fregò letteralmente i calciatori alla Juventus in seguito alla retrocessione in serie B dovuta a Calciopoli.

Ma come dimenticare lo scontro Ronaldo-Iuliano di quasi 20 anni fa.

L’arbitro Ceccarini poi, qualche giorno fa, ha pensato bene di riaccendere le polemiche dichiarando apertamente che il rigore non esisteva e che quindi bene aveva fatto a non concederlo all’Inter.

Ma le ruggini tra i due club risalgono a molti anni prima.
A ricordare i fatti, un interessante articolo del Corriere della Sera che ricorda il fatto clamoroso:

“Accadde nel campionato 1960/61” ricorda il quotidiano.

“Angelo Moratti ha affidato l’Inter a Herrera e i nerazzurri sono il lotta proprio con la Juve per lo scudetto. Ad aprile si gioca la grande sfida a Torino ma il match viene sospeso per un’invasione di tifosi entrati senza biglietto” racconta il Corriere della Sera.

Il CorSera prosegue: “La vittoria viene assegnata 2-0 a tavolino all’Inter che si porta a 1 punto dai bianconeri. Ma alla vigilia dell’ultima giornata di campionato viene accolto il ricorso della Juve: il match deve essere ripetuto”.

“Scoppia la polemica anche per via della doppia carica di Umberto Agnelli, presidente della Juve e della Federcalcio.”

Per protesta Moratti manda in campo la Primavera per la ripetizione della partita.

“La Juve vincerà 9-1 con sei gol di Sivori” scrive il quotidiano.
“E la Juve vincerà lo scudetto”.

Si narra che fu quella la madre di tutte le rivalità tra i campioni bianconeri della Juventus ed i rivali nerazzurri dell’Inter.

Certamente sta sera le due squadre daranno vita ad uno spettacolo come non eravamo abituati da anni. Allora non resta che augurarci che vinca il migliore.

Fonte: Corriere della Sera