Berlusconi e Galliani: non decolla il progetto Monza

0
2391

Silvio Berlusconi, riesce ancora a far parlare di se.

Nella politica come nello sport, pare che non gliene vada bene una. Solo notizie negative.

Abbiamo ripreso un interessante “punto di vista” pubblicato nella testata sportiva on line “Calciomercato.com” dove il bravissimo Giancarlo Padovan analizza meticolosamente l’evolversi della situazione dalle parti della Brianza.

Nasce con queste parole l’articolo: “Il passato è stato grande, ma purtroppo ancora non ritorna”.

Frase che basterebbe per aprire e chiudere contemporaneamente l’articolo vista l’essenzialità con la quale viene descritta oggi la figura del Monza che rispecchia quella del Cavaliere.

Ad un anno e mezzo dalla controversa cessione del Milan ad uno sconosciutissimo cinese di nome Li (“abbiamo lasciato il club in mano a persone serie”), Silvio Berlusconinon si sa quanto istigato dal neo senatore Adriano Galliani – si è abbandonato ad una delle sue molteplici tentazioni e ha comprato il Monza, onesta serie C, tanta storia in serie B con almeno un paio di promozioni sfiorate negli anni settanta/ottanta.” scrive Padovan.

L’intento dichiarato è di farne una società modello, con giovani calciatori senza tatuaggi e i capelli in ordine (Berlusconi dixit), da riportare prima all’onor del mondo per poi far irrompere, senza indugio, in serie A. In teoria, potrebbero bastare tre o quattro stagioni, nella realtà servirà molto di più.

Il sito sportivo elenca quelleche sono le motivazioni per le quali il leader di Forza Italia ha investito sul Monza:
“A spasso per la città, – leggiamo – la maggioranza degli abitanti è disposta a giurare che questa operazione, Silvio l’abbia fatta non per nostalgia del calcio, ma per investire nella zona dello stadio con il proposito di costruire albergo, ristoranti, centro commerciale e direzionale”.

Noi riteniamo invece che le motivazioni siano più profonde. Ovvero la gente comune mormora che l’investimento è politico. “Ricostruire” la credibilità di Forza Italia in vista delle prossime elezioni Europee.

Ma torniamo al Monza calcio. Come sostiene Calciomercato.com “Il declino – del Monza – è coinciso proprio con l’avvento di Berlusconi (presidente onorario) e Galliani (amministratore delegato). Dal 28 settembre, giorno del closing, ad oggi, il Monza ha vinto una sola volta in undici partite, raccogliendo la miseria di otto punti, segnando sette gol e subendone quindici”.

Sarà un caso ma i sondaggi politici degli ultimi mesi rispecchiano proprio l’andamento della squadra brianzola: caduta libera.

Il sito on line continua con l’analisi cruda ma purtroppo vera:

“Basta questo per dire che Berlusconi e Galliani, dopo aver sbolognato il Milan senza rispetto per quello che essi stessi avevano fatto, rovineranno anche il Monza?”

“Sinceramente non lo credo” sostiene Padovan. Ce lo auguriamo un po tutti, perche diciamo la verità il grande Milan di Berlusconi ha dato tantissimo lustro al calcio italiano. E il Monza meriterebbe sinceramente di tornare in serie A.

Fonte: Calciomercato.com

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.