Tifosi della Juventus infuriati per i complimenti del Napoli a Modric

0
277

Luka Modric, incoronato ieri miglior calciatore del mondo

È tempo per il Pallone d’Oro 2018 di fare il pieno di meritati omaggi e complimenti per il prestigioso premio conquistato.

E, tra i numerosissimi, anche i complimenti del Napoli che, per mezzo del suo account ufficiale Twitter, ha fatto i complimenti al campione croato Luka Modric.

“Carlo Ancelotti, tutti i giocatori del Napoli, Aurelio ed Edoardo De Laurentiis, si complimentano con Luka Modric vincitore del Pallone d’Oro. Complimenti!”

Un bel gesto che denota sportività. Oppure, per i più maligni e suscettibili, un modo per prendersi burla della Juventus, per il mancato premio al suo Cristiano Ronaldo.

A seguito della pubblicazione del post del Napoli, i tifosi della Juventus si sono sentiti provocati e si sono scatenati sui social in commenti al vetriolo.

Alcuni dei commenti: “Stasera la Società Sportiva Calcio Napoli ha scoperto l’esistenza del pallone d’oro”, “All’asilo son meno piccoli”, “Voleva prenderlo De Laurentiis, poi ha preferito Verdi”, “E Modric commosso, sta pensando ad un suo futuro ai piedi del Vesuvio”.

Molta delusione tra i tifosi del club bianconero, che di certo avrebbero voluto vedere il Pallone d’Oro tra le mani del loro campione preferito. In rete moltissime le reazioni, dopo l’assegnazione, in aperta polemica tra i favorevoli e i contrari.

La Federazione Portoghese, dal suo profilo Twitter ha postato il suo (inequivocabile) parere: “Tutti sappiamo che è il migliore”. E la foto che ha accompagnato il tweet è quella, neanche a dirlo, del campione portoghese Cristiano Ronaldo.

Delusione anche per la sorella di Cristiano Ronaldo, Elma Averio, che non ha mancato di manifestare la sua rabbia sul proprio profilo Instagram.

Un commento particolarmente duro il suo, su quella che ha considerato un’ingiustizia:

“Questo mondo è marcio” – scrive la sorella di CR7 – “Tutto è regolato dalla mafia e dal denaro figlio di p…. Ma il potere di Dio è più forte di tutto questa putrefazione. Magari tarda a colpire, ma non fallisce”.

La contesa continua.