Valente su cori stadio: “regole più rigide all’interno degli stadi”

0
801

Simone Valente, ha parlato in un’intervista al Tg RaiSport su Rai 2.

Il sottosegretario alla presidenza del consiglio, è stato raggiunto ai microfoni da Enrico Varriale.

Il sottosegretario dopo aver delineato i contorni della riforma dello sport che sarà attuata dal Governo ha risposto ad un ‘altra domanda posta dal giornalista circa la questione caldissima di questi giorni, inerente i cori poco ortodossi che si sono registrati negli stadi.

Cori puniti dal giudice sportivo con delle semplici ammende alle società di calcio di  Juventus, Udinese, e Roma.

Enrico Varriale introduce l’argomento dicendo che “gli stadi italiani continuano a risonare odiosi cori di discriminazione territoriale” .

Il giornalista poi prosegue e racconta che “nei giorni scorsi sia il presidente della Federcalcio Gravina che il presidente del Coni Malagò, hanno detto che in presenza di questa vergogna se dovesse continuare è giusto anche sospendere le partite”

A margine di questa affermazione Varriale chiede al sottosegretario qual’è la sua posizione e la posizione del Governo.

“Io condivido le parole del presidente Gravina” conferma il Sottosegretario grillino.

“Penso che debba esserci anche più rigidità, nell’applicazione delle regole all’interno dello stadio, perchè lo stadio è un modello di riferimento, è inutile negarlo per tanti giovani”.

Intanto nella giornata di ieri si registra un comunicato stampa della Curva Nord dell’Atalanta di Bergamo dove i tifosi bergamaschi prendono posizione contro le nuove rigide sanzioni per i cori, sostenendo che i cori cantati dagli ultras nerazzurri siano da catalogare come semplici “sfottò” che hanno a che fare con il campanilismo.