Coni-Governo: non si placa la polemica

0
511

“Nessuna battaglia personale con Giovanni Malagò”

Sono queste le prime parole pronunciate ieri dal Sottosegretario alla presidenza del consiglio Giorgetti.

“C’è una anomalia” prosegue Giorgetti.

Non si placcano quindi le polemiche legate alla riforma del Coni.

“Se guardate le prime cariche del Coni, sono tutte persone che appartengono all’Aniene. Sarà un caso, saranno bravi, ma magari c’è gente competente anche a Forlì…” ha commentato ieri il sottosegretario.

Il sottosegretario alla presidenza del consiglio Giancarlo Giorgetti a quanto si apprende dall’Ansa “apre a un nuovo faccia a faccia col numero uno di Palazzo H per provare ad arrivare a scrivere la parola fine in maniera non traumatica” scrive l’agenzia.

Ricordiamo che poche ore prima Giorgetti aveva ammonito Malagò: “accetti i principi della riforma”.

“È chiaro che cerchiamo una soluzione condivisa. Pensate che lo sport italiano possa funzionare se Coni e Governo sono in guerra?” queste le parole di Giorgetti nel corso del forum presso la sede del ‘Corriere dello Sport’ a Roma,

Attesa la replica di Malagò, che verosimilmente arriverà nella giornata di mercoledì quando il Coni riunirà la propria Giunta nazionale a Reggio Calabria.

Nel fine settimana Malagò sarà a Tokyo con i governatori Zaia e Fontana per presentate la candidatura di Milano-Cortina alle Olimpiadi invernali del 2026.

Già nei giorni scorsi tra l’altro Giorgetti aveva stuzzicato lo stesso Malagò con queste parole:“Al Coni c’è un’aria democristiana. Si cambia”, che confermavano la linea attuale di non fare passi indietro da parte del Governo.