Astori: una nuova perizia svela la malattia degli sportivi

0
264

Il Corriere della Sera ha riportato pochi minuti fa i dettagli della malattia di Davide Astori.

La malattia che si è portato via l’ex calciatore di Cagliari e Fiorentina non avrebbe lasciato tracce.

Il professor Domenico Corrado dell’Università di Padova ha consegnato le conclusioni della sua perizia alla Procura di Firenze sulla scomparsa di Davide Astori, il capitano della Fiorentina morto il 4 marzo scorso.

Ricordiamo che Astori ci lasciò per una fibrillazione ventricolare da cardiomiopatia aritmogena.

La medesima patologia che aveva colpito Piermario Morosini del Livorno, Antonio Puerta del Siviglia, il giocatore di hockey dell’Asiago Darcy Robinson e, si viene ora a sapere, il nuotatore azzurro Mattia Dall’Aglio.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera: “anche i medici sportivi difficilmente avrebbero potuto diagnosticare questa patologia”.

Prosegue il quotidiano: “queste,le indicazioni che arrivano dall’ultima consulenza sulla morte improvvisa del capitano della Fiorentina”.

l procuratore Giuseppe Creazzo aveva posto un quesito preciso, chiedendo se ci si potesse accorgere di quella malattia.

A quanto racconta il Corriere della Sera, una certezza su eventuali responsabilità non ci sarebbe.

Ma a Padova, leader nella ricerca sulla malattia, sono stati analizzati 800 casi simili di giovani sotto i 35 anni, 100 dei quali atleti (l’attività sportiva moltiplica per cinque il rischio di morte).

Si tratta di un killer silenzioso, in grado spesso di nascondersi agli esami più attenti di oggi.