Juventus, Agnelli al contrattacco. “Report? Basta insinuazioni”

0
68

Il presidente Andrea Agnelli ha aperto stamane con un lungo discorso l’assemblea degli azionisti allo Juventus Stadium.

L’assemblea sancirà ufficialmente l’uscita dalla società di Beppe Marotta, e attribuirà di conseguenza maggiori poteri a Fabio Paratici che diventerà di fatto il numero due dopo il presidente.

Il presidente della Juventus Andrea Agnelli ha poi parlato a proposito dei fatti riportati dalla trasmissione Report andata in onda lunedì su Rai Tre. ecco le parole del presidente della juventus: “Una trasmissione televisiva ha riportato attenzione su fatti acclarati in ogni sede. La Juve è stata sanzionata dalla giustizia sportiva per due motivi: il primo, aver venduto biglietti superiori al limite consentito dalla legge Pisanu: quattro a persona. Il secondo, aver fatto entrare striscioni all’interno dello stadio.”

In merito ai cosiddetti striscioni sulla tragedia di Superga, Agnelli difende il security manager Alessandro D’Angelo dicendo: “Alessandro D’Angelo non ha aiutato ad inserire striscioni canaglia sulla tragedia di Superga, lo prova la sentenza della corte d’Appello del 22 gennaio 2018”.

Infine il numero una della società di corso Galileo Ferraris tuona chiudendo l’argomento sul bagarinaggio: “ogni altra considerazione deve essere ritenuta falsa e infondata, perché non tiene conto dei fatti delle prove e delle sentenze. Basta insinuazioni sul bagarinaggio”.

Intanto anche il titolo della Juventus si è stabilizzato a Piazza Affari, segnale questo di come la puntata di Report incentrata sul fenomeno del bagarinaggio e la malavita organizzata non ha preoccupato gli investitori.

Fonte: Sport Mediaset