Ancelotti: Italia indietro su infrastrutture e tifo

0
74

Anche Carlo Ancelotti ha partecipato alla parata di star del calcio e dello sport in generale organizzata a Trento e denominata “Festa dell Sport”. Assieme a lui erano presenti anche Arrigo Sacchi e Guardiola

L’ attuale allenatore dei partenopei, andando controcorrente rispetto ai suoi colleghi si è soffermato a parlare di questioni sociali legate al mondo del calcio certamente meno entusiasmanti ma non per questo meno importanti, e, vista la sua esperienza internazionale maturata nei più importanti campionati europei (Spagna, Inghilterra, Francia, Germania e ovviamente Italia) ha potuto autorevolmente dire la sua circa le infrastrutture e il tifo nel calcio italiano. Se da una parte Carletto non ha dubbi circa la competitività a livello tecnico del calcio nostrano dall’altra manifesta fortissime perplessità circa “la grossa differenza a livello di infrastrutture e di carenza culturale”.

Racconta Ancelotti di aver visto per l‘Europa infrastrutture avveniristiche e stadi pieni. L’ex allenatore di Juve e Milan ha poi posto l’accento sulla mancanza in Italia di una sana rivalità sportiva dove “su questo punto siamo davvero indietro anni luce” ha commentato. Il riferimento ultimo intrinseco era sicuramente legato ai fatti che lo hanno visto vittima di cori all’Allianz Stadium di Torino nel recente big match tra Juventus e Napoli: “non si tratta di rivalità ma di maleducazione” ha concluso il mister.

Fonte: Gazzetta dello Sport