Calcio: il decreto Salvini non contiene novità

0
44

Fuorigioco! Secondo quanto riporta Il Sole 24 ore in realtà si tratta di una norma di indirizzo che non ha alcun effetto innovativo.
Nel cosiddetto “decreto Salvini” su sicurezza e immigrazione è stata inserita infatti una norma in base alla quale i diritti tv andranno solo ai club dei campionati di calcio di A e B con bilanci approvati, certificati e con la vigilanza Consob. A partire dalla prossima stagione, potranno accedere «alla ripartizione della quota dei diritti audiovisivi.
Sottolinea ancora il quotidiano economico: già da tempo infatti i bilanci delle società di calcio di Serie A (a cui va il 90% del ricavato della vendita dei diritti tv del massimo campionato) e di quelle della Serie B (a cui vanno, oltre che i diritti tv propri, il 6% dei diritti della Serie A nell’ambito della mutualità tra categorie) sono certificati.

Fonte: Il sole 24 ore