Italia-Arabia Saudita 2-1: Balotelli fa ripartire gli azzurri.

0
73

Parte con una vittoria l’avventura in azzurro di Roberto Mancini. L’Italia batte l’Arabia Saudita 2-1 nell’amichevole di San Gallo in Svizzera. Le reti di Balotelli nel primo tempo poi il raddoppio di Belotti nella ripresa, il gol saudita realizzato da Al Shehri.

Ad avere la meglio (seppur con qualche difficoltà) sono gli azzurri, che si impongono con il punteggio di 2-1. Decisivi Andrea Belotti e Mario Balotelli: quest’ultimo forse l’uomo più atteso della vigilia, tornato a vestire la maglia azzurra dopo ben 4 anni dall’ultima convocazione.

Dopo un’iniziale fase di studio, gli uomini di Mancini prendono in mano il pallino del gioco. La rete che spacca la gara arriva al minuto 21′: lunga sventagliata di Bonucci, pallone respinto male dalla difesa saudita su cui SuperMario è un falco, stop e forte conclusione all’angolino su cui il portiere avversario non può nulla.

​​Arabi che col passare dei minuti mantengono il possesso palla con rapidi scambi aspettando che la difesa avversaria si apra in modo da poter colpire. Italia ancora insidiosa al 41′: tanto bella quanto potente la conclusione di Criscito, portiere battuto ma palla che si infrange sulla traversa.

Prima parte di ripresa dai ritmi più blandi, con il pallone che staziona prevalentemente a centrocampo. Ma al 68′ l’Italia trova il raddoppio: sugli sviluppi di un corner, Belotti schiaccia a rete ma la sua zuccata viene respinta da Al Owais, il pallone resta lì e per il Gallo arriva il più facile dei tap-in.

Quattro minuti dopo però, l’Arabia Saudita accorcia le distanze: disastrosa la difesa azzurra, Zappacosta perde palla a centrocampo, Bonucci scivola e Al Shehri dopo aver scartato Donnarumma deposita la sfera a porta vuota.

Insigne manca il 3-0 al 25′ con un gran destro a giro, ma è bravo il portiere Al-Owais a deviare in angolo. Due minuti dopo black-out azzurro con Zappacosta che perde palla, Al-Shehri, in posizione sospetta di fuorigioco, viene lanciato verso la porta, salta Donnarumma in uscita disperata e realizza. Al 34′ altro regalo, stavolta di Criscito, e Donnarumma salva l’Italia opponendosi alla grande a una girata di Al-Muwallad. Entrano anche Verdi, Cristante, Chiesa e De Sciglio, ma il risultato non cambia nonostante un’ultima grande occasione finale che Cristante ha sui piedi, ma la difesa fa muro e respinge.

Arabia Saudita-Italia 1-2 (0-1)
Arabia Saudita (4-3-3): Al Owais; Al Shahrani, Osama Hawsawi (39’st Al Bulayhi), Othman (49’st Mothaz Hawsawi), Alharbi; Kanoo (1’st Al Dawsari), Otayf, Al Faraj (48’st Al Moqahwi); Al Shehri, Abu Radiyah (25’st Al Muwallad), Al Jassam. In panchina: Al Muaiouf, Al Mosailem, Al Qarni, Jahfali, Alburyak, Bahri, Al Sahlawi, Al Khaibri, lmowalad, Al Khaibari, , Al Abid, Al Kuwaykibi. Allenatore: Pizzi
Italia (4-3-3): Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Romagnoli, Criscito (43’st De Sciglio); Florenzi (22’st Bonaventura), Jorginho, Pellegrini (28’st Cristante); Politano (28’st Verdi), Balotelli (13’st Belotti), Insigne (39’st Chiesa) In panchina: Sirigu, Perin, Caldara, D’Ambrosio, Rugani, Baselli, Mandragora, Zaza, Berardi Allenatore: Mancini
Arbitro: Scharer (Svizzera)
Reti: 21’pt Balotelli; 24’st Belotti, 27’st Al Shehri
Ammoniti: nessuno
Angoli: 11-1 per l’Italia
Recupero: 0′; 3′.